/media/post/sr8vd89/22fbc3bcover25735-400x512.png
Ferpi > News > La grande fuga

La grande fuga

28/10/2015

Ci sarà mai un progresso senza disuguaglianza? Nel suo libro, Angus Deaton, Premio Nobel per l’Economia 2015, non  parla solo di denaro, ma anche di salute, di felicità, e della possibilità di vivere abbastanza a lungo per godere delle opportunità della vita.

 

Così come La grande fuga, famoso film del 1963, racconta l’evasione di un gruppo di soldati da un campo di prigionia della Seconda guerra mondiale, il libro di Deaton evoca la fuga dalla deprivazione e dalla morte precoce come costante nella storia dell’umanità.

Le azioni che, una generazione dopo l’altra, sono state intraprese per rendere l’esistenza meno dura hanno tuttavia prodotto un incessante oscillare tra progresso e disuguaglianza. Avremo mai un progresso senza disuguaglianza? Non si parla qui solo di denaro, ma anche di salute, di felicità, e della possibilità di vivere abbastanza a lungo per godere delle opportunità della vita.

Angus Deaton, economista scozzese, professore nell’Università di Princeton, è fra i massimi esperti di sviluppo economico e povertà. Membro dell’American Philosophical Society, è stato presidente dell’American Economic Association ed è Premio Nobel per l’Economia 2015.




 

La grande fuga
Salute, ricchezza e origini della disuguaglianza
A. Deaton
Il Mulino, 2015
pp. 384, € 28,00

 

 

COMMENTI

Eventi