Ferpi > News > La migliore immagine aziendale è di Bayer

La migliore immagine aziendale è di Bayer

03/07/2008

Le preferenze ed aspettative dei neolaureati italiani nei confronti delle aziende del mercato del lavoro hanno decreto Bayer come l’azienda con la migliore immagine istituzionale.

Lo dimostra l’indagine RGS 2007 di Cesop, la Recent Graduates Survey, ovvero una ricerca condotta su un campione di 2500 neolaureati di tutte le università italiane, con l’obiettivo di rilevare opinioni, preferenze ed aspettative nei confronti delle aziende del mercato del lavoro.
L’indagine è stata condotta con una questionario somministrato durante i Job Meeting ed i workshop. Le aziende che compono il panel della survey sono 116 ed includono multinazionali rappresentanti tutti i settori di business.


Nel 2007 le risposte degli intervistati hanno posizionato il marchio Bayer al primo posto sia nell’elenco totale delle aziende, sia tra quelle che operano nel settore chimico-farmaceutico.


“L’attrattività di Bayer dipende dalla forza del suo marchio e da una scelta di comunicazione che segue, oltre le tradizionali strategie, due filoni fatti di innovazione e di marketing sociale” dichiara Daniele Rosa – Direttore Corporate Communications del Gruppo Bayer in Italia e socio FERPI.


L’innovazione nella comunicazione Bayer significa sostenere la realizzazione di film in grado di trasmettere messaggi solidali molto forti e ad un più ampio pubblico possibile, tra cui i giovani “target da sempre privilegiato di Bayer” aggiunge Rosa.


Il marketing sociale per il Gruppo significa supportare, ad esempio, un team italiano di GP2 ma soprattutto creare un logo “Fast on Track NOT on Road!” per una campagna di comunicazione sociale che diffonda tra i giovani la cultura di una guida su strada corretta, sicura e consapevole. Secondo Daniele Rosa “la sfida è creare una community di giovani con la passione delle corse che accettino il nostro invito ad incontrarsi in pista e non in strada”.


Bayer ha scelto di non focalizzarsi su un solo target ma di diversificare i propri messaggi. “Probabilmente – continua Rosa – la capacità di parlare anche il linguaggio dei giovani premia”. Così come premia la lunga tradizione nella ricerca e la credibilità di una azienda che investe nel progresso tecnologico.


Per maggiori informazioni www.bayer.it

COMMENTI

Eventi