Ferpi > News > La Nike si svela, si genuflette e rilancia...in nome della Csr

La Nike si svela, si genuflette e rilancia...in nome della Csr

19/04/2005

Dopo l'interruzione dovuta alla vicenda Nike-Kasky, l'azienda pubblica il suo rapporto Triple Bottom Line e sbaraglia i concorrenti rendendo noti i suoi fornitori.

'La tiepida risposta inziale della Nike alle critiche e' stato un errore di cui sono interamente responsabile'Philip Knight, Ceo Nike.Con questa insolita e imbarazzata dichiarazione la Nike ha avviato nei giorni scorsi una nuova stagione (vedi il comunicato stampa)  accompagnata dalla pubblicazione di un elenco di 700 fornitori e di un Csr report fra i più belli e innovativi che sia dato di vedere.Tutti ricordano la sequenza:- i primi attacchi dei no global ai comportamenti di Nike verso i lavoratori nei paesi in via di sviluppo sono della prima metà degli anni 90;- l'azienda reagisce tardi e prevalentemente al proprio interno, dando priorità alla comunicazione interna;- anche per le asserite improprietà di questa reazione interna, l'attivista californiano Michael Kaski denuncia l'azienda al Tribunale della California per violazione della legge (quella californiana è più vincolante) sulla pubblicità' commerciale;- il caso arriva alla Corte Suprema col quesito: la libertà di espressione garantita dalla Costituzione vale solo per le persone o anche per le organizzazioni?- la Corte decide di non decidere, la Nike trova una transazione onerosa con Kaski e va in apnea per timore di altre denunce. La comunicazione dell'azienda si ferma e gli avvocati prendono in mano la situazione; - chi aveva temuto che le altre imprese americane si sarebbero ritirate dall'agone pubblico per paura di fare la fine di Nike ha avuto torto, anche se la vicenda ha contribuito non poco ad alimentare la tendenza forte delle aziende USA ad aggirare i media e a rafforzare la comunicazione diretta con gli stakeholder;- gli avvocati passano al setaccio ogni documento in uscita verso i media, ma anche le Intranet.- i direttori comunicazione perdono potere e si avviano verso un nuovo ciclo negativo: ristrutturazioni e forte riduzione di addetti.Oggi Nike ritira fuori la testa, fa il mea culpa, sfida la concorrenza a pubblicare i nomi dei fornitori...che succede?L'Economist attacca la moda della responsabilità sociale e dice che il consumatore è Re. Che vi sia un legame?(tmf)E la tua opinione?Vedi anche:-la recensione del sito della Nike presente sul nostro sito questa settimana-La lista dei fornitori di Nike-L'accordo Nike-Kaskye i seguenti articoli usciti sulla stampa italiana:-Nike svela la catena dei fornitori - da RSI News - responsabilità sociale delle imprese: notizie e documenti- Il mea culpa della Nike - da RepubblicaQui trovate invece alcuni articoli sulla Nike pubblicati in pasato su questo sito:- La Nike s'interroga sulla CR nella sua ultima e-newsletter- Il Blog di Nike- Tutta la responsabilità di Nike

COMMENTI

Eventi