/media/post/hb7f9vl/book-cover_LA-TENTAZIONE-DELLOBLIO_FINAL_NEW_FRONT1-352x512.jpg
Ferpi > News > La tentazione dell'oblio

La tentazione dell'oblio

04/02/2016

Una sentenza di maggio 2014 della Corte di Giustizia Europea ha stabilito che tutti i cittadini hanno il diritto di richiedere la rimozione dai motori di ricerca dei contenuti che li riguardano se questi risultano inadeguati, non pertinenti o non più pertinenti alla loro immagine attuale. Lo scopo del libro è quello di inquadrare il problema. La domanda di fondo è: l’oblio, nella sua attuale definizione, è in grado di eliminare i contenuti indesiderati e tutelare l’identità digitale?

 

L’umanità nella sua storia ha da sempre lottato contro l’oblio, minaccia della civiltà e del progresso. L’era digitale ha però cambiato tutto, compreso il senso del dimenticare, disegnando un mondo in cui ogni informazione è sempre attuale, sempre accessibile, sempre disponibile.

È in questo contesto che nasce il concetto di io digitale, ovvero la nostra rappresentazione in rete, riflesso del nostro io reale, il nostro primo biglietto da visita disponibile per chiunque faccia una semplicissima operazione: cercare il nostro nome e cognome su un motore di ricerca. È la “stretta di mano digitale”, un passaggio fondamentale delle relazioni odierne, che condiziona ognuno di noi, sia nella sfera professionale che personale.

L’oblio oggi torna prepotentemente alla ribalta sotto forma di diritto sancito da una sorprendente sentenza emessa nel 2014 dalla Corte di Giustizia Europea, che consente ai cittadini europei di richiedere la rimozione dal motore di ricerca dei contenuti inadeguati, non pertinenti o non più pertinenti alla loro immagine attuale.

Nasce così la tentazione dell’oblio: la convinzione che rimuovere le informazioni sconvenienti dalla rete sia possibile e sufficiente per avere una buona identità digitale.

Niente di più sbagliato, l’oblio non è affatto scontato ed è una forza che sottrae valore all’identità. Lo scopo della trattazione è affrontare la questione da una prospettiva diversa e giungere a descrivere una soluzione nuova e più completa. La domanda di fondo è: vuoi subire o costruire la tua identità?

 




 

La tentazione dell'oblio
Vuoi subìre o costruire la tua identità digitale?
A.Barchiesi
FrancoAngeli, 2016
pp. 224, € 25,00

 

COMMENTI

Eventi