/media/post/ul3rga3/eventing-796x512.jpg
Ferpi > News > L’eventing, frontiera per la comunicazione relazionale

L’eventing, frontiera per la comunicazione relazionale

24/06/2015

Simonetta Pattuglia e Valeria Calcara

Quali sono le caratteristiche di un evento “di successo”? Come diventare esperti nell’ideare e gestire eventi giusti nei luoghi giusti per le persone giuste? Al “sistema-evento”, Ferpi e la Delegazione Piemonte e Valle D’Aosta dedicheranno, a novembre, a Torino, una giornata di formazione, ideata e coordinata da Simonetta Pattuglia, con Eliana Lanza e Luisa Piazza.    

L’organizzazione di eventi si inserisce appieno fra le nuove aree (di fatto evergreen) della comunicazione di marketing relazionale ovvero quel combinato disposto di strategie, concept ed azioni che ormai vanno oltre il mero “selling” e proposta commerciale di beni e servizi, come di coinvolgimento su idee e valori, arricchendolo in termini emozionali, esperienziali e, per l’appunto, relazionali.

Il settore degli eventi, in tempi di crisi economica, come puntualmente riportano le ricerche internazionali e nazionali (fra queste ultime, il ben noto Monitor Astra, anche del 2014) non è stato esente da rilevanti tagli di budget. Il settore ha tuttavia reagito meglio rispetto ad altri, ad esempio, la pubblicità tradizionale perché meglio di altri risponde alle nuove istanze comunicative di produttori e destinatari di comunicazione, fattisi sempre di più, oggi, prosumer. Gli eventi sono infatti diminuiti negli anni in quantità, ma migliorati in qualità e in investimento anche economico, divenendo per le imprese più strategici e mirati.

L’esigenza di organizzare e realizzare eventi che siano in grado di rispondere ad un approccio strategico del marketing e della comunicazione nelle imprese richiede dunque un mix di professionalità qualificate ed adeguatamente coordinate, anche a fronte dell’aumento della concorrenza. L’incremento della loro attrattività, infatti, implica per gli organizzatori la necessità di distinguersi rispetto ai competitor andando di fatto ad alimentare un circolo virtuoso che favorisce la crescita dell’intero comparto, sia in termini di qualità che di volumi.

Negli ultimi anni si è infatti vista crescere la tendenza a considerare gli eventi come una voce imprescindibile delle relazioni pubbliche, rappresentando uno spazio comunicativo e di coinvolgimento sia fisico sia virtuale in cui è più agevole attuare dei percorsi meno convenzionali e dunque più coerenti con le nuove tendenze tecnologiche, ma anche sociali e di mercato, nonché facilmente combinabili con le altre forme di comunicazione.

Ma quali sono le caratteristiche che un evento deve necessariamente possedere per dirsi “di successo”? Non esiste una ricetta infallibile applicabile a qualsiasi situazione e per qualsiasi organizzazione: le contingenze sono esse stesse uno dei fattori principali che influiscono sull’esito, pertanto è più appropriato parlare di “evento giusto nel posto e momento giusto”. Dunque, come diventare esperti nell’ideare e gestire eventi giusti nei luoghi giusti per le persone giuste?

Qualunque sia la combinazione che verrà trovata, esso dovrà risultare emotivamente coinvolgente, in linea con i paradigmi del Marketing As Innovative, tecnologicamente sorprendente  ed esperienzialmente gratificante. In conclusione, l’evento risulterà memorabile e citabile, talvolta addirittura ostentabile come l’ultima tecnologia smart oppure l’ultimo ritrovato wearable.

Attenzione particolare va alla comunicazione (prima, durante e dopo l’evento): essa deve infatti saper promuovere, preparare, enfatizzare, certificare e richiamare quanto accade, configurandosi come uno dei punti focali e nevralgici del sistema-evento.

Gli eventi rappresentano dunque una formidabile opportunità per imprese ed organizzazioni, sotto i molteplici punti di vista dei diversi stakeholder coinvolti sia attivamente sia in quanto pubblici destinatari, sempre non lo dimentichiamo in un’ottica di coproduzione condivisa dell’evento.

Alla luce di tutte le istanze che il contesto propone, l’event management deve diventare sempre più sistemico, bilanciando la componente tradizionale (bilancio, logistica, marketing anche analitico, ecc.) con quella emozionale e relazionale (sensorialità, tecnologia, ecc.) per generare ulteriore attrattività e valore aggiunto nel tempo, configurandosi come una parte fondamentale della comunicazione integrata delle aziende e delle organizzazioni più in generale.

Al “sistema-evento”, alle strategie di marketing e comunicazione che lo presidiano, e ai format che nell’attualità lo concretizzano sia a livello internazionale come nazionale e locale, la Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi e la Delegazione Piemonte e Valle D’Aosta dedicheranno, a novembre 2015, a Torino, una Giornata di Formazione dal titolo Eventing – Ideare e gestire eventi di successo”, ideata e coordinata da Simonetta Pattuglia, Docente di Marketing, Comunicazione e Media e di Event management, Direttore del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media all’Università di Roma Tor Vergata in collaborazione con Eliana Lanza, Responsabile della Delegazione e Luisa Piazza, Direttore Servizio Promozione della Città e del Turismo, Città di Torino. Prenderanno parte all’incontro, con la trattazione di singoli case studies, noti manager di eventi ed illustri speaker aziendali e istituzionali.

Gli eventi saranno affrontati secondo molteplici linee di sviluppo, che toccano e approfondiscono le principali e più innovative declinazioni: globalizzazione della comunicazione, società ed eventi; event management and marketing; event strategies; event design; event planning & budgeting; festival, business & fundraing events; marketing events; communication, new media & media events; sport & leisure events; art & exhibition events; political conferences & media events.

Gli obiettivi e i contenuti del Corso saranno fortemente enfatizzati dall’expertise dei relatori, dalle attività di analisi e ricerca e di implementazione, a livello nazionale ed internazionale.

Destinatari del Corso sono professionisti in cerca di approfondimenti e aggiornamento nella comunicazione e nel marketing, manager di aziende private e di organizzazioni pubbliche e non profit, consulenti, studenti di marketing e comunicazione.

Per informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTI

Eventi