Ferpi > News > “Magazzini Sonori” per la salvaguardia del patrimonio culturale italiano

“Magazzini Sonori” per la salvaguardia del patrimonio culturale italiano

13/11/2008

L’uso delle nuove tecnologie e dell’informatica per un'iniziativa che mira a salvaguardare il patrimonio culturale e la formazione di nuovo pubblico. Un progetto della Regione Emilia-Romagna.

Magazzini Sonori si colloca a pieno titolo fra le iniziative mirate alla salvaguardia del patrimonio culturale italiano attraverso l’uso delle nuove tecnologie e dell’informatica, seguendo le direttive e le sollecitazioni del progetto Michael (Multicultural Inventory of Cultural Heritage in Europe), approvato recentemente dalla Commissione Europea, al fine di valorizzare e far conoscere in tutto il mondo la ricchezza, la vastità e la varietà del patrimonio culturale europeo attraverso internet.


Magazzini Sonori BETA è un contenitore digitale destinato ad accogliere le produzioni artistiche realizzate nei teatri, nelle rassegne e festival, nei concerti, nei conservatori e nelle scuole di musica dell’Emilia Romagna.


Un abaco collettivo in grado di conservare e valorizzare un patrimonio artistico insostituibile e spesso irrecuperabile, ed insieme una rappresentazione “dal vivo” delle tradizioni profonde dei teatri della regione, dalla lirica alla concertistica, dal jazz al soul alla musica leggera, dai cori alle bande.
Patrimonio peraltro estremamente “volatile” perché spesso affidato solo alla memoria personale o filtrato con estrema parsimonia dall’attività commerciale delle case discografiche.


L’utilizzo di tecnologie digitali per le registrazioni della propria produzione è oramai prassi corrente e “Magazzini Sonori” si inserisce in questo filone, proponendosi di costruire una piazza virtuale da offrire al villaggio della stragrande maggioranza di coloro che non frequentano le platee per motivi vari. Ma che potrebbero frequentarle, queste platee, se attirati e convinti dall’ascolto di quello che vi succede.


La finalità dell’iniziativa è prettamente promozionale (è assolutamente esclusa ogni forma di attività commerciale). Il solo diritto oggetto delle convenzioni che regolano l’attività dei “Magazzini Sonori” è quello di raccogliere e trasmettere esclusivamente via internet i brani musicali forniti dagli artisti, che potranno essere ascoltati in rete da tutti coloro che, iscrivendosi al sito, firmano una dichiarazione di uso singolo e non commerciale dei file scaricati. Agli utenti è data anche la possibilità di inserire una specie di portfolio personale, dotato di foto, curriculum e brani musical.


Vincitore del Premio di Categoria Assorel per la “PUBBLICA AMMINISTRAZIONE” è un progetto della Regione Emilia-Romagna.


www.magazzini-sonori.it

COMMENTI

Eventi