Ferpi > News > .med

.med

18/04/2013

Una rivista italo - araba , on line e cartacea, dedicata agli scambi economici e culturali tra l’Italia e i paesi arabi del Mediterraneo. Grazie alle consulenze delle istituzioni, delle camere di commercio, delle associazioni di categoria, delle ong e degli imprenditori impegnati nello sviluppo di relazioni culturali ed economiche tra l’Italia e i paesi arabi, si pone come ponte tra le due sponde del Mediterraneo, anche in vista di importanti eventi internazionali come Expo.

Un magazine on line e, parallelamente, una rivista trimestrale. È .med, il magazine italo-arabo dedicato agli scambi economici e culturali tra Italia e paesi arabi del Mediterraneo, da aprile in tutte le ambasciate, consolati, ministeri, Istituti di Commercio Estero e Camere di Commercio di 15 paesi arabi del Mediterraneo e d’Italia.
Un organo di stampa innovativo, che offre un punto di vista privilegiato sulle opportunità di scambio e di sviluppo d’impresa tra le due sponde del Mar Mediterraneo e nel contempo promuove e coadiuva attività commerciali socialmente ed economicamente sostenibili tra imprenditori ed enti locali.
Il lancio del sito e della rivista si colloca nella cornice di numerosi avvenimenti molto importanti a livello mondiale. Il 2015 sarà infatti l’anno dell’Expo, Nutrire il pianeta, energia per la vita. Tale evento di portata internazionale si sta avvicinando a grandi passi con tutte le sue sfide legate allo sviluppo e alla crescita economica delle realtà coinvolte.
A questo proposito l’Italia, con le sue 60 mila aziende presenti nell’area compresa tra il Medio Oriente e il Nord Africa e con i suoi 65 miliardi di euro l’anno di interscambio economico, è il primo paese del Mediterraneo per quanto concerne gli investimenti nel commercio internazionale.
Proprio per tutti quegli imprenditori che vogliono cogliere questo mare di opportunità nasce .med , promosso dall’associazione MEDInaTERRANEA e finanziato dal Comune di Milano in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano (PROMOS e Ispramed), l’Unione Artigiani di Milano e molte altre istituzioni italiane e internazionali tra cui il Ministero della Comunità Marocchina all’Estero, la Fondazione Creazione d’Impresa della Banca Popolare del Marocco, il Centro Regionale per gli Investimenti della regione Tadla Azilal in Marocco e le associazioni COSV, IntEnt Maroc e Anessic.
La redazione è composta da esperti di comunicazione italo-araba, giornalisti professionisti, in collaborazione con numerosi consulenti e con le principali istituzioni e Camere di Commercio dei paesi arabi e italiane.

COMMENTI

Eventi