Ferpi > News > Morisi Davide

Morisi Davide

22/06/2009

L’urbanistica partecipata e il ruolo dei media. Il Piano strutturale comunale di Bologna attraverso la stampa

Tesi in Comunicazione pubblica di Davide Morisi (davidemorisi@gmail.com)
Università di Bologna – Facoltà di Lettere e Filosofia
Corso di laurea specialistica in Scienze della comunicazione pubblica, sociale e politica


Relatore: Professor Roberto Grandi (Prorettore alle relazioni internazionali dell’Università di Bologna)
Correlatore: Prof. Antonella Mascio



In che modo si possono coniugare le logiche dei media con le nuove modalità di governo del territorio basate sulla partecipazione? Come si può comunicare in maniera efficace ai mezzi di informazione un oggetto complesso come un piano urbanistico o l’avvio di un’opera pubblica? E in che modo i media rendono conto dei percorsi dell’urbanistica partecipata e del rapporto fra cittadini e pubblica amministrazione?


Nel tentativo di rispondere a questi interrogativi, la nostra ricerca analizza il modo in cui la stampa ha trattato i temi dell’urbanistica e del Piano strutturale comunale (Psc) di Bologna, il nuovo piano urbanistico che disegna lo sviluppo della città nei prossimi quindici anni.


Un oggetto ampio e complesso, che è giunto alla definizione attraverso un lungo percorso basato sulla partecipazione dei cittadini e modalità innovative di comunicazione. Proprio il modo in cui i quotidiani hanno riportato non solo il percorso del Psc, ma in generale anche i temi della pianificazione del territorio e dell’avvio di nuove opere pubbliche costituisce l’oggetto di analisi del nostro elaborato.


Nello specifico abbiamo preso in considerazione quasi cinquecento articoli, tratti dalle testate locali in un periodo di cinque mesi (da ottobre 2007 a febbraio 2008), coincidente con l’ultima fase di incontri sul Psc.


Il materiale di stampa viene analizzato sotto molteplici aspetti, a partire dalle metodologie dell’analisi del contenuto, fino all’uso degli strumenti della semiotica del testo, per giungere a un’analisi dettagliata dei meccanismi di newsmaking. Ricorrendo anche a interviste ai giornalisti bolognesi, si tentano di mettere in luce i motivi per cui la pianificazione del territorio può fare notizia e come si possono coniugare le logiche della notiziabilità con i percorsi dell’urbanistica partecipata.

COMMENTI

Eventi