Ferpi > News > Quando vanno in causa la relazione e la reputazione

Quando vanno in causa la relazione e la reputazione

24/02/2004

Una buona campagna di Rp nei casi di cause legali vale quanto una buona difesa. Parola di comunicatore. Più scettici gli avvocati...

La reputazione di un'azienda si misura anche dalla gestione dei casi più complicati e spinosi, soprattutto se la società si trova coinvolta in importanti cause legali. Perché in questi casi, oltre al danno economico, quella che viene maggiormente scalfita è la reputazione aziendale, la fiducia dell'azionista e del consumatore. In America, raccontava il Financial Times la scorsa settimana, le Rp sono più avanti in questo settore. Ma anche in Europa oramai i grandi studi legali incoraggiano il cliente ad accompagnare alla tutela giuridica anche un investimento in Rp.
Si è capito dunque che è fondamentale accompagnare alla difesa legale anche una buona azione capillare di comunicazione, attenta e solerte nell'informare, giorno dopo giorno, per esempio circa gli attori della causa e il procedere delle sedute in aula. Perché spesso un "no comment" risposto davanti alla Corte viene interpretato come un'ammissione di colpa. Così come vincere una diatriba legale non significa rammendare la reputazione danneggiata. Ovviamente non manca lo scetticismo tra i grandi legali, basti sentire cosa raccontato gli avvocati inglesi al quotidiano economico: "Le strategie di Rp andrebbero utilizzate con cautela e restrizioni".
Proprio su questi temi la Prsa ha appena fissato un nuovo appuntamento con una teleconferenza dal tema "In Crisis, In Court: How to Manage High-Visibility Litigation and Your Relationship With Attorneys", prevista per il prossimo 26 febbraio. Un'ora di confronti e approfondimenti, collegandosi telefonicamente. Per le iscrizioni, potete trovare maggiori informazioni qui: http://www.krm.com/PRSA/
Eva Perasso - Totem

COMMENTI

Eventi