Ferpi > News > Sony strizza l'occhio alla street art

Sony strizza l'occhio alla street art

13/12/2005

Il colosso dei videogame dipinge graffiti per pubblicizzare la PSP. Ma l'operazione di guerrilla marketing non piace agli artisti di strada.

Camminando per le strade di Chicago, New York, Philadelphia, Los Angeles e San Francisco ci si può imbattere in omini con la consolle Play Station disegnati sui muri, a mò di graffiti. Sony si rifiuta di mettere il cappello a questa iniziativa, ma il sospetto che sia un'operazione di brand è diffuso o forse semplicemente è molto più di un sospetto.
Peccato che ai writer veri della zona non sia piaciuta per nulla questa finta (o presunta tale) operazione di arte di strada. Il caso di guerrilla ha fatto esplodere la rabbia dei graffitari che si sono armati di bombolette per imbrattare le opere pubblicitarie e ne è scaturito un dibattito interessante e una catena di reazioni. La conclusione è che la guerrilla è stata decisamente controproducente.
Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi