/media/post/fr4ccdl/tpm-698x512.png
Ferpi > News > The Press Match, la notizia prima che diventi notizia

The Press Match, la notizia prima che diventi notizia

02/03/2018

Barbara D’Amico, giornalista e cofondatrice di The Press Match

Dopo la presentazione dell’indagine sullo studio dei flussi di informazioni in Italia prima che diventino notizie, realizzata in collaborazione con Ferpi, The Press Match lancia la nuova versione della piattaforma per l'invio e la ricezione dei comunicati stampa.

 

Fare innovazione nel campo del giornalismo e della comunicazione è una grande sfida ed è quello che sta provando a fare il team di giornalisti, webdesigner e sviluppatori torinesi che ha creato The Press Match.

Di cosa si tratta? Di una piattaforma che automatizza l'invio e la ricezione dei comunicati stampa e che ha vinto il primo round della Digital News Initiative di Google, un bando europeo che premia i progetti più innovativi nel settore della comunicazione.

Descritta così la piattaforma The Press Match non sembra più innovativa di un normalissimo servizio di email: in fin dei conti per segnalare una notizia tramite comunicato serve farla arrivare a un elenco di giornalisti, blogger e poi lavorare di “moral suasion” con una sapiente dose di relazioni pubbliche.

Il bisogno a cui risponde The Press Match

Il problema che The Press Match però prova a risolvere è quello di evitare l’effetto spam verso i media facendo risaltare al momento giusto il comunicato all’attenzione di chi poi potrà scriverne o realizzarci un servizio. Tutto questo ottimizzando la ricerca dei contatti di giornalisti, blogger e influencer che per argomento, territorio e tempistiche di lavoro sono davvero i più adatti a leggere quel comunicato. Quante volte capita di avere un indirizzario non aggiornato? Di inviare a vuoto una segnalazione e poi dover contare sui soliti 20/30 contatti “buoni” per quella notizia?

Ecco The Press Match fa tutto questo, in modo automatizzato: significa che chi carica il comunicato sulla piattaforma non deve poi preoccuparsi di calendarizzare gli invii, di far arrivare quel contenuto al giornalista giusto e magari - se si tratta di una notizia che accade localmente ma ha un impatto oltre i confini del proprio comune - filtrarlo in modo intelligente e veloce fino ai contatti dei giornalisti freelance e delle redazioni nazionali. Ci pensa il sistema, creando il match tra comunicato, rilevanza territoriale, argomento, tempistiche di ricezione e invio e ovviamente i giornalisti che avranno tutte le 5 W + il Come immediatamente disponibili per poter contattare i protagonisti della notizia e approfondire il tema.

Statistiche sui comunicati inviati e rassegna stampa

Il servizio è già attivo da novembre in beta gratuita perché il team sta testando una serie di funzionalità e a breve rilascerà una nuova release con le statistiche dei comunicati inviati e la possibilità di usufruire di un servizio di rassegna stampa aggiuntivo per tracciare senza sforzo tutta la vita della notizia: da comunicato alla stampa.

The Press Match non  è un sito di informazione, non pubblica i comunicati in chiaro e non fornisce indirizzari e contatti di giornalisti a chi lo usa (e c’è un motivo se non lo fa, lo spieghiamo più in basso). Per ora non lavora con le breaking news - lo farà in futuro. E, cosa più importante, non sostituisce il lavoro di addetti e uffici stampa e agenzie di comunicazione, ma vuole diventare lo strumento che potenzia queste attività e semplifica la vita a chi cura la comunicazione di aziende, P.A., progetti. E’ stato disegnato in modo semplice e accessibile a tutti, anche a chi non ha grandi budget per investire in comunicazione.

Il fatto che non fornisca i contatti farà storcere il naso ma è l’aspetto che  rende più efficaci le segnalazioni. ll servizio conta già oltre 400 comunicati caricati sulla piattaforma, qualche centinaio di giornalisti iscritti da tutta Italia che lo usano e soprattutto sarà uno degli strumenti più adatti da utilizzare quando entrerà in vigore la GDPR: il nuovo regolamento europeo infatti cambia le regole della comunicazione perché per ogni indirizzario posseduto servirà una corretta informativa al trattamento e alla protezione dei dati personali, con sottoscrizione giornalista per giornalista (qui un approfondimento su un tema che terrà banco nei prossimi mesi). The Press Match quindi, per i nuovi contatti ovviamente, sarà un ottimo intermediario tra chi comunica e chi riceve.

La sfida sta nel ridurre lo spam, nel permettere a chi ha contenuti di qualità di farli emergere senza che si perdano tra tonnellate di email o sul feed anonimo dei social.  Il servizio è stato presentato in anteprima ai soci FERPI proprio per iniziare a familiarizzare con un nuovo strumento di lavoro.

Come si usa

Cliccando  su www.thepressmatch.com  è possibile creare il proprio account (sia come comunicatore sia come giornalista, o se si preferisce come entrambi spuntando le caselle utente).

Per i comunicatori

Se sei un Loader (cioè chi carica il comunicato), dopo aver completato l’iscrizione, puoi cominciare subito a caricare i tuoi comunicati.

Una procedura guidata ti aiuterà a inserire tutte le informazioni utili, in modo corretto ed efficace. Potrai inoltre aggiungere degli allegati (immagini, pdf, etc.) e i contatti necessari per permettere ai giornalisti interessati di approfondire i contenuti e fare interviste.

Una volta pubblicata, la tua segnalazione sarà immediatamente visibile nelle dashboard dei giornalisti e blogger che hanno interesse per l’argomento e l’area geografica a cui si riferisce il comunicato.

Per i giornalisti

Se sei un Giornalista, dopo aver completato l’iscrizione, crea i tuoi filtri, selezionando le categorie e la rilevanza geografica delle segnalazioni che vuoi vedere sulla tua dashboard. Ogni volta che accederai al tuo account, troverai subito tutti i comunicati di tuo interesse, selezionati in base alle tue preferenze. In più, non correrai il rischio di perderti nessuna nuova notizia grazie all’aggiornamento della dashboard in tempo reale.

Ricordati anche di indicare con quale frequenza vuoi ricevere nella tua casella email le notifiche relative ai comunicati che corrispondono ai filtri che hai impostato: potrai così consultarle comodamente anche dalla tua posta elettronica.

Se sei sia un Loader sia un Giornalista puoi creare un unico account dal quale gestire comodamente entrambi i profili.

Ovviamente i riscontri, le critiche e le osservazioni in questa fase sono il sale del progetto e chi di Ferpi inizierà ad usare il servizio, segnalando all’associazione l’avvenuta iscrizione, riceverà a metà aprile un sondaggio anonimo di 1 minuto in cui potrà dire la sua su come e se The Press Match è stato utile al proprio lavoro.

 




 

 

 

 

 

COMMENTI

Eventi