Ferpi > News > Twitter entra nelle strategie di RP

Twitter entra nelle strategie di RP

19/11/2009

Inizia a prendere piede anche in Italia l’uso di Twitter nelle aziende. Dopo il caso di Edison in questi giorni sono arrivati i concorsi di Feltrinelli e Il Sole 24 Ore. Dall'Inghilterra arriva il video di una nota agenzia che promuove Twitter promuovendosi.

E’possibile riassumere una strategia aziendale in centoquaranta caratteri? E’ la sfida lanciata da una nota agenzia di Rp statunitense, che ha sede anche in Italia, per promuovere l’uso di Twitter nelle strategie di comunicazione delle aziende.


In Italia il fenomeno non è ancora esploso anche se ci sono alcuni primi interessanti segnali. E se Edison ha fatto da apripista con l’iniziativa di raccontare in diretta per mano del Direttore della Comunicazione Andrea Prandi (past president di Ferpi) la festa per le campionesse di Volley, di cui l’azienda è sponsor, in questi giorni – quasi in contemporanea – sono arrivati i concorsi promossi da Feltrinelli e Sole 24 Ore per racconti brevi in 140 caratteri.
Strategie per incrementare l’uso del noto social network tra i propri clienti (consumatori). Twitter è comodo, è immediato, si usa direttamente dal telefono cellulare e per queste ragioni si presta a raggiungere facilmente i propri pubblici (clienti, utenti o cittadini) e tenerli costantemente informati. Ma è anche un potente strumento di dialogo, di ascolto, di relazione. Purtroppo, però, è ancora poco conosciuto e utilizzato dai professionisti italiani e conseguentemente non è impiegato nelle strategie di comunicazione e relazioni pubbliche.


Per promuoverne l’uso professionale la Lewis PR, agenzia internazionale fondata a Londra da Chris Lewis, giornalista del Financial Times, ha messo in Rete un video che sta facendo, letteralmente, il giro del mondo. Il video racconta una riunione aziendale i cui partecipanti devono sottostare a un’unica e precisa regola: esprimersi solo e soltanto in centoquaranta caratteri, pena il taglio netto del loro intervento. Tra di loro, c’è una persona più esperta che insegna agli altri come fare, ma la tentazione di tradire la sintesi è sempre dietro l’angolo…


“La comunicazione attraverso i Social Media rappresenta oggi un’enorme opportunità per le aziende, ma richiede regole ben precise e non può essere improvvisata”, ha affermato Maria Teresa Trifiletti, General Manager di Lewis PR Italia. “Le reti sociali offrono a chi le utilizza correttamente la possibilità di partecipare a una conversazione dalle potenzialità illimitate ma, come in tutte le conversazioni, bisogna avere dei contenuti, ed esprimerli chiaramente. Il nostro impegno consiste nell’aiutare i nostri clienti a rispettare le regole, e il filmato illustra in maniera divertente il nostro approccio.”


I Social Media stanno letteralmente rivoluzionando il mondo della comunicazione: la velocità di circolazione delle informazioni è aumentata esponenzialmente, il comportamento dei consumatori è cambiato – mai come oggi prima di essere consumatori siamo conversatori – e le aziende non possono evitare di fare i conti con questa nuova e potentissima realtà. L’utilizzo dei social media può però rappresentare in egual misura un’opportunità e un rischio per il business: in ogni caso, si tratta sicuramente di un fenomeno che non può essere trascurato e che può rivelarsi controproducente se non si osservano alcune semplici regole.


Allo scopo di evitare gli errori più comuni alle aziende che si avvicinano per la prima volta a questo strumento, Lewis PR, agenzia internazionale specializzata nel campo delle media relations e delle relazioni pubbliche, ha realizzato una guida agile e veloce su come utilizzare i Social Media a proprio vantaggio.


La guida, scaricabile online all’indirizzo www.lewispr.it, ha in realtà due facce poiché, oltre a fornire indicazioni su come utilizzare i social media per costruire il brand aziendale, spiega anche quali sono i comportamenti da evitare.

COMMENTI

Eventi