Ferpi > News > Alta pressione

Alta pressione

14/12/2011

Un libro “snello, ma fitto di richiami comparati a leggi e atti pubblici che in alcuni Paesi – pochi, quasi tutti di ordinamento anglosassone e common law – disciplinano la rappresentanza temporanea di interessi nei confronti di policymaker e amministrazioni pubbliche”. E’ l’opinione di _Oscar Giannino_ del nuovo libro di _Francesco Galietti,_ tutto dedicato al lobbying ed alla sua assenza di regolamentazione nel nostro Paese.

Il lobbying, se ben fatto, può essere utilissimo: aiuta a scrivere leggi migliori, contribuisce a sentire campane diverse, serve a decrittare tortuosi giri di parole e circolari marziane. I sospetti e le accuse che si concentrano sui lobbisti oggi in Italia derivano dall’assenza di norme generali. A una martellante campagna mediatica in negativo non corrisponde un eguale sforzo di regolazione.
Francesco Galietti getta nuova luce sull’attività di lobbying e su coloro che la praticano, e svela quali sono realmente gli ostacoli che impediscono anche al nostro Paese di dotarsi di una legislazione adeguata. Un’analisi chiara che culmina nella formulazione di proposte concrete per assicurare la correttezza delle informazioni disponibili e mantenere la fiducia del pubblico nelle istituzioni.

Alta pressione
Perché in Italia è difficile regolare le lobby
F. Galietti
Marsilio, 2011
pp. 84, € 8,00

COMMENTI

Eventi