/media/post/v3qrz8g/traintrack_0.png
Ferpi > News > Andare avanti e crescere

Andare avanti e crescere

10/07/2015

Anne Gregory

“Il nostro scopo è quello di servire la società, direttamente o tramite le nostre organizzazioni, perché è in ultima analisi, verso la società che siamo responsabili. È il cuore della legittimazione professionale”. Sono le parole con cui Anne Gregory, si congeda dalla presidenza di Global Alliance, alla fine del suo mandato e con cui ribadisce il ruolo strategico che le Rp possono e devono avere.

Scrivo nel mio ultimo giorno da presidente di Global Alliance. Inevitabilmente la tentazione è di guardare indietro, ma voglio guardare avanti. A che punto del suo viaggio si trova la nostra professione?  È a un bivio. Come Alastair McCapra, CEO del Chartered Institute of Public Relations, ci ha ricordato durante il nostro Annual General Meeting, ci stiamo muovendo da un mestiere a una industry. Sappiamo che il 71% del lavoro di relazioni pubbliche è ancora costituito dai rapporti con i media, ma ora ci sono i robot ad estrarre dati da tutta una serie di fonti e a scrivere storie con altrettanta competenza e maggiore velocità rispetto agli esseri umani. Il nostro vecchio core business è in pericolo e dobbiamo andare avanti.

So di aver parlato di professionalità per anni al punto che posso anche essere stata noiosa. Lo dirò ancora una volta... la professionalità non è solo fare bene il proprio lavoro, è una mentalità strategica che pone l'apprendimento al centro ed è impegnata a fare la differenza su come le organizzazioni si comportano e su come funziona la società.

Gran parte del lavoro di Global Alliance è su questo. Per esempio:

  • creare di un corpo globale di conoscenze che stabilirà gli standard per i formatori  e per i programmi di sviluppo delle associazioni;

  • generare un posizionamento significativo e ricercare output sulla e per la professione a partire dal nostro World Public Relations Forum;

  • sviluppare la prima ricerca globale sulle Relazioni pubbliche;

  • facilitare le associazioni professionali di tutto il mondo a lavorare insieme sulle cose che contano per la professione - un codice globale di etica e il sostegno ai piccoli organismi professionali;

  • guidare una prospettiva più globale per una professione che opera oltre i confini geografici, il tempo e le culture


Dobbiamo abbandonare l'idea che la nostra professione consista nel “fare cose” come media relations ed eventi. I robot stanno arrivando e saranno migliori di noi. Dobbiamo capire che il nostro contributo è fondamentale per le organizzazioni e per la società. La mia opinione è che questo riguardi soprattutto lo scopo e i principi. Il nostro scopo è quello di servire la società, direttamente o tramite le nostre organizzazioni, perché è in ultima analisi, verso la società che siamo responsabili. È il cuore della legittimazione professionale. I nostri principi sono quei valori che, come firmatari di codici di etica professionale, promettiamo di rispettare.

Si tratta di un semplice passo perché questo diventi un punto di riferimento per il nostro lavoro e per le nostre organizzazioni. Tenerli concentrati sugli scopi e garantire che vivano secondo i valori che sposano e considerano legittimi, può davvero servire per risolvere alcuni dei problemi del mondo, non contribuirvi. I robot non sono in grado di fare un lavoro così importante e questo è lo spazio strategico che dovremmo aspirare a occupare.

 

COMMENTI

Eventi