Ferpi > News > Chrysler tra il sacro e il profano

Chrysler tra il sacro e il profano

23/10/2006

Il colosso porta le sue auto davanti alle chiese e regala biglietti omaggio per i concerti della Lady Marmalade Patti LaBelle a chi effettua un test drive

DaimlerChrysler si rivolge al tempio della religione per vendere auto. La casa automobilistica tedesco-americana  (di cui la divisione americana Chrysler subisce perdite nel terzo trimestre stimate in un miliardo e mezzo di dollari per il declino delle vendite dei suoi grandi veicoli sport-utility) si sta impegnando in una campagna di marketing autunnale rivolta ai fedeli afroamericani delle grandi chiese degli Stati Uniti. La casa produttrice sta presentando una serie di test drive davanti alle chiese delle principali città (tra le altre: Chicago, Filadelfia, Los Angeles) in connessione con il gospel tour di Patti LaBelle. In cambio della prova su strada di uno dei modelli dell'azienda si ottiene il biglietto omaggio per il concerto della cantante. La promozione della Chrysler è l'ultimo esempio di quello che l'industria dell'auto è disposta a escogitare per trovare clienti in un momento di caduta della richiesta del prodotto e riflette anche la tendenza secondo cui sono le aziende ad andare a cercare i clienti dove vivono anzichè affidarsi solamente ai commercianti o a forme di marketing più tradizionali. "Solo la pubblicità può essere così efficace" ha dichiarato il direttore Marketing di Chrysler, Dave Rooney, che sponsorizza anche l'Inspired Driver tour con il quale la società organizza prove dei suoi ultimi modelli per la clientela in giro per tutto il paese. "Stiamo cercando di entrare nelle comunità e nello stile di vita dei clienti, portando a loro i nostri prodotti, piuttosto che chiedere ai clienti di venire da noi".
Altre case automobilistiche stanno adottando strategie di marketing  e di comunicazione anticonvenzionali. E' il caso di Mazda, che ha pubblicato una serie di libri comici con le sue auto come protagoniste, presentandoli in una convention a San Diego. Volkswagen, invece, ha sponsorizzato a San Francisco un festival di musica e tecnologia dove ha esposto gli ultimi modelli per il mercato americano. Ma lo sforzo di Chrysler non è diretto solo verso la vendita del prodotto. Per ogni test drive effettuato devolve 5 dollari all'Abramson Cancer Center dell'Università della Pennsylvania. La singolare scelta delle chiese è dovuta sia ai grandi numeri (alcune congregazioni contano migliaia di fedeli) sia alla possibilità di avvicinare gli opinion leader di importanti comunità, quali il vescovo Eddie Long, pastore della New Birth Missionary Baptist Church, titolare di un programma settimanale televisivo e consigliere del governo americano sulle strategie per combattere l'Aids in Africa. Mr. Rooney, direttore del settore vendite della Chrysler, ha dichiarato che si sta pensando di estendere tali promozioni anche alle sinagoghe e ad altri luoghi di culto.
Attendiamo di sapere se l'abbinamento tra chiesa e gospel singer americana (che nel '75 cantava Voulez-vous coucher avec moi, ce soir? strofa celeberrima della sua Lady marmalade) riuscirà, tra il sacro e il profano, a incrementare le vendite del brand.
N.C. 

COMMENTI

Eventi