Ferpi > News > Comunicare l’Energia

Comunicare l’Energia

01/08/2014

Quello dell’energia è un tema fondamentale che riveste un ruolo così delicato da arrivare al punto di influire sulle dinamiche economiche e politiche mondiali. Per approfondire gli aspetti più interessanti per i comunicatori, Ferpi organizza un incontro formativo, in programma mercoledì 19 novembre a Roma, con due fra le massime esperte italiane del settore: _Cristina Corazza_ e _Patrizia Rutigliano._

Quello dell’ energia è da sempre considerato un settore industriale di primario interesse per tutti i professionisti, compresi quelli della comunicazione e delle RP.
Sempre di grande attualità, continua ad acquisire un ruolo maggiormente centrale e delicato tanto da influire sullo sviluppo di intere società ed economie in quanto progressivamente posto al centro delle agende non solo dei governi ma anche del mondo accademico e della ricerca, dei media, delle organizzazioni ed associazioni, in particolare ambientaliste e, in genere, di tutti i possibili stakeholders.
Casp – Commissione di Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi – ha deciso di organizzare una giornata di studio sul tema, con un incontro dal titolo Comunicare l’Energia – che si terrà a Roma mercoledì 19 novembre presso la sede dell’Autorità
per l’ energia elettrica, il gas e il sistema Idrico – insieme a due autorevoli professioniste del settore: Cristina Corazza, Responsabile dell’Ufficio Speciale Portavoce e Comunicazione su Mass Media (PCM) dell’Autorità per l’ energia elettrica il gas e il sistema idrico; e Patrizia Rutigliano, Direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di Snam rete gas e Presidente Ferpi.
Una giornata di formazione cui interverranno numerosi operatori, privati e pubblici del mercato dell’energia, che avrà un duplice obiettivo: insistere sull’importanza di far meglio conoscere e comprendere i temi energetici anche ai non addetti ai lavori e contemporaneamente creare un momento di aggregazione tra i vari attori che ruotano intorno a questo importante settore; nonché analizzare i nuovi scenari energetici, nazionali e mondiali, ed aggiornare su tutte le novità ed i profondi cambiamenti in atto. Da diversi anni, ormai, l’equilibrio tra disponibilità delle risorse e loro allocazione ed i crescenti fabbisogni della popolazione mondiale sta divenendo più precario.
Gli scenari ambientali, sociali e geopolitici sono in costante trasformazione e si vanno profilando mercati, nazionali e mondiali, alternativi rispetto a quelli tradizionali: come quello dell’idrogeno; delle celle a combustibili; delle bio masse ed agro-energie; per non parlare dell’eolico, del solare e, in genere, del grande filone delle fonti rinnovabili, solo per fare alcuni esempi.
Si tratta di spiegare in modo trasparente e non strumentale, questa“nuova cultura energetica”, perché convenga incentivare il crescente interesse e l’attenzione per il rapporto tra energia ed ambiente; l’importanza che stanno acquisendo la green energy, il risparmio energetico, lo sviluppo etico e sostenibile; la riduzione dell’ energy divide ; il favorire il progresso ed benessere in modo intelligente e responsabile ma sempre salvaguardando la competitività.
In un siffatto contesto, la comunicazione assume importanza strategica. Diviene imprescindibile per tutte le Istituzioni coinvolte come per le aziende che operano a vario titolo in questo ambito veicolare in maniera efficace le tematiche e tutte le informazioni che le riguardano, tanto internamente che verso l’esterno.
L’informazione legata ai temi dell’energia per troppo tempo è stata concepita come un qualcosa di molto settoriale e particolarmente complessa quindi poco comprensibile per il pubblico di massa, per questo spesso sacrificata e diffusa solo in minima parte. L’avvento del web e dei social media ha rivoluzionato anche la comunicazione di questo e in questo settore favorendo una maggiore segmentazione e frammentazione dei pubblici di riferimento.
La scelta vincente si dimostra quella dello “stakeholder engagement”, ossia trasmettere dei messaggi non più generalizzati ed indirizzati a tutti bensì specifici, diversificati il più possibile che possano mirare a coinvolgere ed allargare le diverse nicchie (pubblici differenti).
Informare in modo chiaro, semplice e diretto al fine di suscitare curiosità e interesse ma anche avendo cura di porre il cliente/utente al centro di tutto e renderlo cioè un protagonista maggiormente consapevole delle proprie scelte.
Questi sono solo alcuni degli interessanti spunti che caratterizzeranno l’intensa giornata.
Per info, costi e prenotazioni: casp@ferpi.it
Clicca qui per conoscere l’intera offerta formativa.

COMMENTI

Eventi