Ferpi > News > Ferpi: obiettivo qualificazione

Ferpi: obiettivo qualificazione

22/01/2015

Alessandra Fornaci

Le scelte della Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale di Ferpi, per la qualificazione dei Soci e la costruzione dell’offerta formativa 2015.

L’approvazione della Legge 4/2013 e l’iscrizione di Ferpi nell’elenco del Ministero dello Sviluppo Economico, riservato alle associazioni professionali che possono rilasciare attestato di qualificazione ai propri iscritti, ha introdotto molte novità, con i cambiamenti statutari richiesti dal Mise.

Se la qualificazione riconosciuta a livello nazionale ed europeo è il principale valore aggiunto dal quale i soci possono trarre beneficio, il diritto, riconosciuto per la prima volta quest’anno nello Statuto e nel Regolamento CASP, di fruire di 16 ore di formazione gratuita per la qualificazione pone oggi nuove sfide alla Federazione. Le sfide del coinvolgimento e della partecipazione attiva di tutti i soci, della sostenibilità tecnico-economica dei seminari di aggiornamento e dell’attività di promozione, indispensabile per aprire all’esterno la formazione e la Federazione. In sintesi, pone le sfide della credibilità e del marketing associativo. L’aggiornamento professionale deve essere, infatti, strumento essenziale per il consolidamento di un’identità Ferpi sempre più autorevole e per il coinvolgimento di nuovi soci.

Tutto ciò richiede lavoro di squadra, impegno costante e un nuovo modo di vivere la vita associativa in spirito di servizio.
Per ricostruire una nuova identità Ferpi, autorevole, pluralistica ed attrattiva, è fondamentale rispondere alle aspettative delle diverse tipologie di soci effettivi e potenziali con un ricco programma di proposte per l’aggiornamento professionale. Garantire un’offerta adeguata implica l’analisi delle esigenze formative anche in collaborazione con le Delegazioni territoriali. E’ essenziale integrare nella definizione della formazione l’analisi delle proposte che possono venire dai diversi membri della Commissione e soci operanti sul territorio con una sistematica azione di rilevazione delle esigenze.

Per assicurare maggiore opportunità di qualificazione ai soci, la Commissione Aggiornamento e Specializzazione Professionale ha deliberato di riconoscere ancora validi i crediti acquisiti nel 2014, per consentire, a chi non avesse raggiunto i 200 crediti necessari, di cumulare i crediti mancanti per la qualificazione frequentando altri seminari nel 2015. Perciò i soci, che si trovano in tale condizione, riceveranno una comunicazione con l’indicazione dei crediti già riconosciuti loro.

Inoltre, verrà inviato un questionario di rilevazione delle esigenze di aggiornamento professionale, che tutti i Soci sono invitati a compilare, per far conoscere alla Commissione i temi di maggiore interesse e altre esigenze di cui tener conto nella costruzione dell’offerta formativa 2015.

Il questionario potrà essere restituito compilato all’indirizzo casp@ferpi.it.

COMMENTI

Eventi