Ferpi > News > Gli italiani e Internet: tutto blog e social network

Gli italiani e Internet: tutto blog e social network

30/09/2008

Gli italiani stanno diventando rapidamente un popolo di internauti, bloggers e frequentatori di social network. I dati emergono da una ricerca de laFeltrinelli.it, che ha confrontato i dati ufficiali di Nielsen, Forrester e Simmaco con quelli presenti nel proprio database, sull’utilizzo dei social network in Italia.

Gli italiani stanno diventando rapidamente un popolo di internauti, bloggers e frequentatori di social network: nel 2008, infatti, si registrano oltre 8 milioni di utenti attivi su Internet, individui cioè che pubblicano e commentano su blog e social network, hanno delle pagine web personali, scrivono su forum, usano i sistemi feed rss (aggiornamento automatico delle informazioni preferite) e aggiungono tag (“segnalini” che consentono l’individuazione più rapida sui motori di ricerca) alle proprie pagine on line o alle proprie raccolte dì foto e video condivise attraverso la Rete.


Sono i dati che emergono da una ricerca de laFeltrinelli.it, negozio online di libri, CD e DVD, che ha confrontato i dati ufficiali di Nielsen, Forrester e Simmaco con quelli presenti nel proprio database, sull’utilizzo dei social network in Italia.


Il quadro che emerge è che su 24,3 milioni di navigatori in Internet (41% della popolazione), 3,4milioni possiede un blog come Splinder o Blogger, mentre gli iscritti ai social network sarebbero4,7 milioni. Circa un terzo delle persone che si connette a Internet, dunque, utilizza dunque i social network.
Ma nonostante il sorpasso a livello mondiale di Facebook su MySpace con 132 milioni di visite uniche contro 117, registrate nel mese di giugno, gli italiani continuano ancora a preferire il noto sito musicale e i blog.


La top four dei social network in Italia mostra, infatti, MySpace in cima alle preferenze con il 59,5% degli iscritti (2,7 milioni di utenti), Facebook segue invece al 19,5% (900 mila utenti), Linkedln, la community professionale, al 7,7% (300 mila), infine, seguono gli altri network come FlickR, Anobii e Badoo, che insieme totalizzano il 13,3% (625 mila persone).


I blog invece, concepiti come siti Internet e non come “social”, e gestiti in modo autonomo dagli utenti come una sorta di diario personale, sono stati attivati da 3,4 milioni di italiani, raggiungendo quasi il 14% del totale dei navigatori in rete.


Data quindi la grande affluenza di pubblico su social network e blog, laFeltrinelli.it ha creato un nuovo strumento per lo scambio di informazioni, Lo Scaffale, una libreria virtuale ideale, per meglio rappresentare e raccogliere i libri, cd e dvd che più hanno appassionato ogni singolo blogger.


«Da un punto di vista sociologico — afferma Fernando Mantovani, Direttore Canale Online laFeltrinelli.it — il web 2.0 rappresenta una possibilità di interazione sociale e di scambio attraverso strumenti e servizi diversi e facilità di costituzione di reti sociali». Il web 2.0 è un fenomeno che in Italia interessa maggior mente la fascia di età compresa tra i 18 e i 44 anni, gli uomini rappresentano il 59%dei social networkers, mentre le donne il 41%.


Lo Scaffale si “esporta” in qualsiasi blog o sito in maniera semplice ed è sempre aggiornato dagli utenti stessi, che in questo modo possono dar rappresentazione della loro libreria ideale, raccogliendo i titoli preferiti di ogni tempo, libri, cd e dvd che più hanno appassionato.
Novità del servizio è che non occorre compiere un acquisto, tramite lo Scaffale si può accedere a titoli di cui di può scrivere la recensione, assegnare loro la qualifica di “imperdibile” o dei tag di ricerca(parole chiave)e confrontarsi con le altre recensioni.
(M.d.A.)


tratto da Affari & Finanza di “la Repubblica” del 29 settembre 2008

COMMENTI

Eventi