Ferpi > News > Gordon Brown per vincere fa pace con i nemici

Gordon Brown per vincere fa pace con i nemici

18/09/2007

Il premier inglese per promuovere la propria immagine si affida all'agenzia di ad Saatchi & Saatchi, che all'epoca di Margaret Tatcher inventò uno slogan che concorse alla sconfitta del Labour party.

"Labour isn't working" (il Labour non funziona) fu il tranciante giudizio emesso dalla Saatchi & Saatchi nei confronti del partito Laburista a sostegno dei Tories nel 1979. A quasi trent'anni di distanza il partito di Brown ha scelto di dimenticare lo sgarbo ricevuto e per sostenere il proprio candidato premier si è affidato alla nota agenzia pubblicitaria britannica, con la speranza che il miracolo possa ripetersi, ma questa volta a proprio vantaggio.La scadenza del mandato di Brown sarebbe l'estate del 2010, ma sono certe le elezioni anticipate, previste al più tardi entro la fine del 2008. Infatti in Gran Bretagna il premier può scegliere il Parlamento e indire le elezioni e Brown, forte di sondaggi esplicitamente a suo favore, può chiamare gli elettori alle urne con il chiaro intento di prolungare la propria permanenza al numero 10 di Downing Street.
"Not flash, just Gordon" è lo slogan, creato da Saatchi & Saatchi, grazie al quale il colosso dell'advertising ha battuto la concorrenza di altre agenzie, compresa quella di Trevor Beattie, che aveva progettato le ultime tre campagne per il Labour Party. Il messaggio che si vuole trasmettere è quello di un uomo pragmatico poco incline ad affascinare i propri elettori con fantasiosi progetti politici. Inoltre lo slogan contiene un evidente, per quanto scherzoso, riferimento all'eroe dei fumetti Flash Gordon. Saatchi & Saatchi, che tra i suoi clienti annovera Carlsberg, Toyota e Ariel, non avrà un grande ritorno in termini economici dalla campagna a favore di Brown. Ma a posteriori, se le cose andranno nella direzione sperata, avrà un prezioso fiore da mettere all'occhiello.
Redazione Totem - Emanuela Di Pasqua

COMMENTI

Eventi