Ferpi > News > Il caffè sarà più buono

Il caffè sarà più buono

05/10/2004
E' stato raggiunto un accordo tra i produttori di caffè e le più importanti aziende che lo commerciano, che è mirato al miglioramento delle condizioni dei coltivatori e dell'impatto ambientale.Il Common Code for the Coffee Community(Cccc), questo il nome dell'accordo, interesserà i principali mercati mondiali ed è frutto dell'azione di sensibilizzazione portata avanti da consumatori, rivenditori e organizzazioni non-profit. Il Cccc prevede un tetto salariale minimo per i lavoratori, impedisce lo sfruttamento del lavoro infantile, favorisce la associazione dei lavoratori in sindacati e lega la produzione della bevanda nera agli standard internazionali sull'uso di pesticidi e degli inquinanti dell'acqua.Tra le aziende firmatarie spiccano i quattro colossi del mercato dei chicchi tostati: Nestlè, Tchibo, Sare Lee e Kraft. I paesi produttori interessati per il momento sono il Brasile, il Vietnam, il Kenia, la Colombia, l'Indonesia e gli stati dell'America centrale, ma nel tempo si stima che altri si aggiungeranno fino a coprire l'ottanta per cento del mercato globale.
Gabriele De Palma - Totem

COMMENTI

Eventi