/media/post/zalplge/specoe.jpg
Ferpi > News > La specie malata

La specie malata

20/03/2020

Redazione

Il libro affronta il tema di una specie, la specie homo, malata del suo stesso protagonismo planetario, in bilico fra generosità ed egoismo, fra speranza e disperazione. Possiamo guarire individualmente, dice l’Autore, ma perché non farlo con preveggenza e compassione, contribuendo alla salvezza del pianeta? 

Nel mondo attuale, incentrato sui miti dell'individualismo, si diffondono sempre di più le perversioni morali, fra le quali spicca il narcisismo, e le patologie da vergogna e da senso di colpa, fra le quali emergono i disturbi d'ansia e la depressione, che colpiscono rispettivamente il 30% e il 25% della popolazione. Dunque, in un contesto in cui tendono a prevalere egoismo e competitività, dilaga ovunque la disperazione solitaria di coloro che non si adattano al principio di performance e alla diffusa aggressività.

Questi mali sono i moderni cavalieri dell'apocalisse di una psicopatologia globale che appare inarrestabile. Occorrono, quindi, nuovi modelli terapeutici e Nicola Ghezzani propone qui la psicologia dialettica nel suo stato più avanzato: la geopsicologia.

Ecco, allora, che questo libro affronta il tema di una specie, la specie Homo, malata del suo stesso protagonismo planetario, in bilico fra generosità ed egoismo, fra speranza e disperazione. Possiamo guarire individualmente, dice l'Autore, ma perché non farlo con preveggenza e compassione, contribuendo alla salvezza del pianeta?

Un libro per psicologi e psicoterapeuti, ma anche per appassionati di psicologia e lettori comuni interessati sia alle patologie che vi sono descritte sia al percorso di maturazione personale e sociale.


La specie malata
Depressione, angoscia e senso della vita. Psicoterapia del terzo millennio
Nicola Ghezzani
FrancoAngeli, 2020
pp. 164, € 22,00

COMMENTI

Eventi