Ferpi > News > La top ten delle notizie censurate nel 2005/2006

La top ten delle notizie censurate nel 2005/2006

15/11/2006

Le dieci questioni, segnalate dal Project Censored della Sonoma State University, che non hanno avuto sufficiente copertura dai media e non hanno fatto abbastanza notizia negli Usa.

Il Project Censored della Sonoma State University stila - ogni anno da 30 anni - una lista annuale delle notizie più importanti ignorate dai media USA. Il gruppo di ricercatori dell'università californiana, ormai composto da 200 studiosi, effettua un'analisi annuale sui media con l'obiettivo di raggiungere una vera democrazia comunicativa.
Project Censored, costituita come associazione no-profit, vaglia circa 1000 storie all'anno che provengono da giornalisti, studenti e liberi cittadini. Una commissione ne decide l'attendibilità e stila la classifica delle 25 notizie più censurate dell'anno che vengono raccolte nell'annuario The News that didn't make the News, tradotto e pubblicato anche in Italia. Il motivo per il quale i media tacciono su alcune notizie, anche se perfettamente attendibili e di estrema importanza, è perché queste notizie coinvolgono poteri economici e politici, svelano genocidi o denunciano ipocrisie e interessi violati.
Ecco le prime dieci dall'ultimo elenco:

La net neutrality, ovvero il futuro di Internet, un grande dibattito ignorato.  Compagnie telefoniche e del cavo cercano di creare una Rete a due corsie, una costosa e rapida (di alta tecnologia, a portata dei ricchi) ed un altro di seconda classe per i poveri con in più un filtro aziendale nei contenuti.
Halliburton, compagnia della quale il vicepresidente americano Dick Cheney era amministratore delegato, ha venduto nel 2005 tecnologia nucleare all'Iran.
Gli oceani del mondo sono in grave pericolo per il progressive riscaldamento. Se non si farà in modo di invertire la tendenza la situazione aggiungerà un punto di non ritorno.
Cresce la povertà negli Stati Uniti, cresce la domanda di servizi sociali, aumentano i senza casa a dispetto delle affermazioni di crescita economica.
In Congo il genocidio è high tech. Dal 1996 circa 7 milioni di morti a causa delle guerre per lo sfruttamento e il controllo delle ricchezze minerarie. I minerali più ambiti sono coltan - columbite e tantalite ( "polvere magica" per le multinazionali della telefonia mobile che permette di miniaturizzare l'elettronica per creare piccoli condensatori di energia) e il niobio (impiegato nell'industria nucleare e come superconduttore anche per gli acceleratori di particelle)
In pericolo la protezione federale ai denuncianti. Scott Bloch, dell'Office of Special Counsel (OSC), sta eliminando la protezione federale agli impiegati pubblici che denunciano frodi ed abusi, i cosiddetti whistleblower.
Torturatori Usa uccidono in Afghanistan e in Iraq. Nel 2005 l'ACLU ha presentato dei documenti che dimostrerebbero come gli interrogatori statunitensi in Afghanistan ed Iraq conducano alla morte dei detenuti.
Il Pentagono non è soggetto al Freedom Of Information Act (FOIA) dal dicembre 2005 quando il Congresso approvò il 2006 Defense Authorization Act che lo dichiarava immune alle richieste del FOIA per gli archivi operativi della DIA (Defence & Intelligence Agency). Viene così impedito l'accesso agli oltre 30.000 documenti sulla tortura e sul maltrattamento dei detenuti stranieri in Afghanistan, Guantanamo e Iraq.
La Banca Mondiale finanzia il muro Israele-Palestina. Nonostante nel 2004 la Corte Internazionale di Giustizia abbia ordinato l'abbattimento del muro, la costruzione continua velocemente e viene finanziata dalla Banca Mondiale per la creazione dell'Area di Libero Commercio per il Medio Oriente (MEFTA, Middle East Free Trade Area).
L'espansione della guerra aerea ucciderà più civili in Iraq. Un'eventuale ritiro delle truppe sarebbe compensato da intensificati bombardamenti aerei.
L'oggetto di questa ricerca è la dimostrazione che i media spesso da mediatori diventano filtri e operano un controllo selettivo sull'informazione da trasferire. Eppure il loro fine dovrebbe essere di trasmettere la realtà nei suoi vari aspetti senza tralasciare, trascurare o tagliare nulla. Questo è quello che si intende con libertà d'informazione e, quantomeno all'università di Sonoma, qualcuno ci crede.
Leggi l'elenco completo delle notizie
N.C. - Totem

COMMENTI

Eventi