Ferpi > News > Le ricerche nelle Rp secondo Grunig

Le ricerche nelle Rp secondo Grunig

24/06/2008

L'analisi critica del Presidente dell'IPR. Di Frank Ovaitt

James E. Grunig ha delineato tre tipi di ricerche per quanto riguarda le relazioni pubbliche:
Oggi, ovunque ci si rivolta, si sente parlare del primo tipo di ricerche. Conferenze, incontri con le forze vendita, blogs, ecc. Le abbiamo (anche se non sempre le facciamo).



Ricerche utilizzate nella pratica delle relazioni pubbliche per identificare i pubblici, definire le strategie e misurare i risultati;
Ricerche sulla pratica delle relazioni pubbliche per individuare i trend, le best practice, ecc.;
E ricerche per la pratica delle relazioni pubbliche per sviluppare un’ampia conoscenza su cosa funziona, quando e perché.



Ma non è così quando si tratto del secondo e terzo tipo. Tutti conosciamo relatori pubblici, anche nostri colleghi, che non considerano minimamente questo tipo di informazioni. Dove si possa trovarle e se servono.


Come facciamo a impegnare un maggior numero


di colleghi nella ricerca sulla scienza che sta alla base delle relazioni pubbliche?


Un primo esempio. Se siete responsabili della comunicazione istituzionale o a capo delle relazioni pubbliche date sfogo alla vostra curiosità intellettuale. Ponete domande che esigono una risposta per verificare se e come le informazioni basate su ricerche impattano sul lavoro della vostra organizzazione.


E, ancora. Abbiate riguardo di chi dedica la propria carriera a produrre queste conoscenze. Visitate le scuole note per i corsi e le ricerche sulle relazioni pubbliche. Invitate professori illustri ad incontrare i vostri dipendenti.


In terzo luogo, attingete alle fonti che vi mettono a disposizione informazioni basate su ricerche. “L’ Essential Knowledge Project dell’Institute for Public Relations sta per essere inserito nel programma di formazione rivolto a tutti coloro che alla GE si occupano di comunicazione” osserva Gary Sheffer, Executive Director, Corporate Communications & Public Affairs per General Electric. Questo nuovo servizio on line ha l’obiettivo di indirizzare i professionisti alle ricerche esistenti sulle relazioni pubbliche e a tradurre queste conoscenze nel nostro linguaggio.


I professionisti migliori, qualunque sia il loro settore, capiscono perfettamente quali siano le basi teoriche del loro lavoro e utilizzano tutto quello che la ricerca gli mette a disposizione per svolgerlo nel modo migliore. Perché non dovrebbe essere la stessa cosa anche per i relatori pubblici?


President e CEO Institute for Public Relations

COMMENTI

Eventi