Ferpi > News > L’etica nelle professioni conviene a tutti

L’etica nelle professioni conviene a tutti

15/11/2013

"L’etica genera benefici a tutta la comunità, facendo premio sulla qualità delle competenze, sull’accuratezza nelle prestazioni professionali e sulla lealtà nelle relazioni". Il tema dell'etica professionale sarà al centro di un convegno organizzato da PIU - Professioni Intellettuali Unite, in programma a Milano, venerdì 29 novembre.

Un sistema di comportamenti etici nella professione è necessario e conveniente per tutti. E’ indispensabile per assicurare equità nei rapporti tra utenti e professionisti. E’ opportuno per garantire equilibrio nella concorrenza e privilegiare il merito. E’ utile agli utenti accorti, ai professionisti competenti e all’intera società civile per assicurare che il contributo professionale sia sostenibile per il bene di tutti. Le Organizzazioni Professionali (Associazioni, Ordini e Collegi) s’impegnano per lo sviluppo di un sistema di comportamenti etici da parte dei propri iscritti.
Parte da questo assunto il convegno L’etica nelle professioni conviene a tutti, organizzato da PIU – Professioni Intellettuali Unite, in programma a Milano, venerdì 29 novembre dalle ore 14.30 alle ore 17.30 presso la Sala Colucci dell’Unione Confcommercio Milano–Monza e Brianza–Lodi (Corso Venezia, 47).
“In molti oggi ci lamentiamo dello scarso senso etico che provoca sprechi e corruzione. L’indignazione è una speranza per il futuro, ma non recupera tutto il danno provocato dal malcostume pregresso. Sarebbe stato più opportuno impegnarsi prima, con iniziative per diffondere il comportamento etico nelle relazioni sociali ed economiche. Ma a molti è sembrato un elemento superfluo o irrilevante. I risultati sono sotto gli occhi di tutti”, sostiene Claudio Antonelli, presidente di PIU.
“Alcuni professionisti lamentano una concorrenza sleale basata sul dumping delle tariffe o su meccanismi che tolgono trasparenza e visibilità al merito nelle prestazioni. Nelle imprese, alcuni lamentano che certi colleghi usano le proprie competenze professionali distintive come strumento di potere escludente; trattengono le informazioni per sé, anziché renderle disponibili con spirito di servizio. Tutto questo influisce sull’equità e sulla efficienza del sistema complessivo”.
“Noi crediamo che l’etica generi benefici a tutta la comunità (quindi con una ricaduta su ciascuno di noi) facendo premio sulla qualità delle competenze, sull’accuratezza nelle prestazioni professionali e sulla lealtà nelle relazioni. Prosegue dal 2008 il nostro impegno di sensibilizzazione e di approfondimento. Il prossimo 29 novembre svolgeremo un nuovo incontro pubblico con la partecipazione anche di professionisti regolati da Ordini e Collegi (Avvocati e Commercialisti), con l’assegnazione di crediti formativi riconosciuti da varie organizzazioni professionali. Proponiamo l’etica come antidoto alla iniquità.”
Il convegno è stato organizzato da PIU’ in collaborazione con ItaliaProfessioni (Confcommercio).
La partecipazione è gratuita previa compilazione del modulo da compilare e inviare a segreteria@professionipiu.it .
Clicca qui per scaricare il programma.

COMMENTI

Eventi