Ferpi > News > Lobbying e EU Affairs: un workshop a Lucca, dal 23 al 27 ottobre

Lobbying e EU Affairs: un workshop a Lucca, dal 23 al 27 ottobre

11/10/2006

Cinque giorni di formazione per rafforzare la conoscenza delle tecniche di rappresentanza di enti pubblici, consorzi e associazioni di categoria.

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:
Lobbisti per conto delle istituzioniI°corso su "Lobbying and European Affairs"23 - 27 ottobre 2006, Campus Lucca Con Gianfranco Pasquino, giornalisti, manager e dirigenti della Commissione europea, dal 23 al 27 ottobre al Campus di Lucca il primo corso su "Lobbying and European Affairs". L'obiettivo è rafforzare la conoscenza delle tecniche di rappresentanza dei manager degli enti pubblici, dei consorzi e delle associazioni di categoria. Promuovere l'europeizzazione delle classi dirigenti nell'impresa, nella pubblica amministrazione, nella politica e nella cultura; adeguare le informazioni, le strategie e le modalità di rappresentanza degli interessi italiani in Europa; imparare a fare lobbying in modo efficiente ed efficace per partecipare da protagonisti ai processi di legislazione europea.Sono gli obiettivi che si pone il primo corso di formazione in "Lobbying and European Affairs", che si terrà dal 23 al 27 ottobre al Campus di Lucca, organizzato dall'Associazione Campus Studi del Mediterraneo, Ultima, Openup Consulting e Latimer, in collaborazione con Toscana Europa e con il patrocinio dell'UPI, l'Unione delle Province Italiane.Principalmente rivolta ai dirigenti degli enti locali, delle categorie economiche e dei consorzi, ma anche a laureandi e laureati, il corso di formazione - 40 ore di lezione per 5 giornate di lavoro - prevede la lezione introduttiva del politologo Gianfranco Pasquino, le testimonianze di Tito Barbini e di Giulio Ripa di Meana, le audizioni dei protagonisti della vita economica del Paese, di giornalisti, di funzionari della Commissione e di lobbisti accreditati a Bruxelles per conto di grandi imprese italiane. La rappresentanza degli interessi italiani in Europa è affidata a circa 120 uffici, oltre ai 78 parlamentari europei con il loro staff e i 2600 funzionari impegnati nelle sedi di Bruxelles. "Organizzare, qualificare e coordinare questa presenza - sostengono gli organizzatori del corso - anche con stimoli e collaborazioni che partono dalle Regioni e dai territori locali, costituisce un vantaggio competitivo significativo per il Sistema Paese".Dal corso di Lucca quindi parte anche la richiesta di avviare una riflessione sulle lobby italiane in Europa, sulla loro capacità di interagire con gli interessi diffusi delle aree e sull'efficacia delle strategie adottate dalle istituzioni. Costo d'iscrizione: Euro 1.500,00Informazioni e iscrizioni sui siti web www.unilu.it, www.openupconsulting.com e presso la segreteria di Campus: Tel. +39 0583 333419 

COMMENTI

Eventi