/media/post/vp737zf/man-6274651_1920.jpeg
Ferpi > News > Nel mondo continua a crescere la sfiducia

Nel mondo continua a crescere la sfiducia

10/06/2021

Redazione

Il business continua a essere l'istituzione più affidabile, che amplia il proprio vantaggio sul governo, soprattutto nei mercati ancora in preda alla pandemia. L'aumento della disuguaglianza ha inoltre portato a un crescente divario tra il pubblico informato e la popolazione di massa. Sono alcune delle evidenze messe in luce dall'aggiornamento di primavera dell'Edelman Trust Barometer.

La sfiducia continua a crescere in un mondo ancora in preda alla pandemia, secondo l'aggiornamento primaverile di quest'anno dell'Edelman Trust Barometer, pubblicato nelle scorse settimane.

Il declino della fiducia in tutte le istituzioni persiste, secondo il sondaggio online condotto su oltre 16.800 persone in 14 mercati in tutto il mondo dal 30 aprile all'11 maggio. 

Il 68%  degli intervistati ha affermato di confidare che le imprese facciano la cosa giusta; Il 58% la pensa così sul governo e il 54% sulle ONG. Solo il 47% degli intervistati ha affermato di confidare che i media facciano la cosa giusta. I datori di lavoro rimangono l'istituzione più affidabile, con il 77% degli intervistati che afferma di fidarsi dei propri datori di lavoro.

Quasi i due terzi degli intervistati (65%) sono ancora in una mentalità pandemica e le vaccinazioni non stanno tranquillizzando sulla ripresa delle normali attività. Tra gli intervistati che sono completamente vaccinati, solo il 52% era disposto a riprendere la spesa nei negozi, il 50% a visitare gli studi medici, il 37% ad andare in ufficio, il 35% a cenare in casa e il 25% a mandare i propri figli a scuola.

E si stanno rivolgendo alle imprese per affrontare i problemi che normalmente sono lasciati alla gestione dei governi, ha affermato il CEO di Edelman, Richard Edelman.

Nell'edizione di gennaio del sondaggio, le imprese hanno escluso il governo come istituzione affidabile e la tendenza è proseguita solo con il settore privato che ha ampliato il proprio vantaggio sul governo in primavera. La fiducia nelle imprese è aumentata rispetto al governo in 11 dei 14 Paesi da gennaio e la fiducia del governo è scesa dal 65% dello scorso maggio al 58% nel sondaggio più recente.

Per la prima volta, i dipendenti sono diventati il ​​gruppo di stakeholder più importante al 40%; e la fiducia del 72% negli amministratori delegati ha portato a una richiesta di sostegno pubblico su questioni sociali, dal diritto di voto ai salari.

Tuttavia, Edelman avverte che l'eccessiva considerazione del business com salvifico non è stabile o sostenibile a lungo termine perché le promesse eccessive e le consegne insufficienti potrebbero ritorcersi contro il pubblico traumatizzato.

Le imprese dovrebbero invece diffidare dell'aumento delle disuguaglianze a seguito della pandemia, che si manifesta nel divario di 17 punti tra la fiducia del pubblico informato e la popolazione di massa. Il numero di miliardari nella lista di Forbes del 2021 è cresciuto da 700 a 2.700.

La fiducia nei media è ancora ai minimi storici, con solo il 52% degli intervistati che afferma di fidarsi dei media tradizionali, il 40% degli owned media e il 34% dei social media. I datori di lavoro sono ancora la fonte di informazioni più credibile, con la fiducia del 59% degli intervistati rispetto al 54% che si fida dei media governativi, al 43% della pubblicità e al 35% dei social media.

Leggi di più.

Scarica il report.

COMMENTI

Eventi