/media/post/83deab9/Umbria_Assisi_2000px-1-2-796x512.jpg
Ferpi > News > Umbrex, un altro modo di vedere il mercato

Umbrex, un altro modo di vedere il mercato

15/03/2018

rossella12

Un modo nuovo di ripensare l’economia locale, interconnessa e collaborativa, sostenuta dalla forza del gruppo e dalla fiducia reciproca. Umbrex è un circuito economico integrato che ha preso vita in Umbria, pensato per facilitare le relazioni tra soggetti economici che operano nel territorio e per fornire loro strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari. Rossella Sobrero racconta il progetto nella rubrica #ValoreCondiviso di questa settimana.

 

Anche in Italia stanno crescendo circuiti creati da imprenditori locali che hanno una visione diversa del mercato e che intendono essere parte di una comunità in cui le relazioni e la fiducia reciproca sono i veri capitali su cui costruire l’economia di domani.

Il primo esempio è stato il circuito Sardex.net, nato alcuni anni fa, a cui si sono ispirate altre realtà. Tra le ultime nate Umbrex, un circuito economico integrato che ha preso vita in Umbria, un’iniziativa progettata per facilitare le relazioni tra soggetti economici che operano nel territorio e per fornire loro strumenti di pagamento e di credito paralleli e complementari. Partecipano a Umbrex imprenditori che credono nella collaborazione come base per una sana competizione e ritengono che il mercato deve essere considerato un luogo di interazione sociale in cui i bisogni della comunità e la capacità di produrre valore si incontrano generando benessere duraturo e condiviso.

Per le imprese iscritte al circuito, Umbrex rappresenta a tutti gli effetti un mercato complementare che non va a sostituirsi al mercato esistente ma ad aggiungersi consentendo di ottimizzare la capacità produttiva, liberare liquidità, usufruire di uno strumento di finanziamento e di marketing economico e innovativo.

Umbrex.net si definisce un modo nuovo di ripensare l’economia locale: interconnessa e collaborativa, sostenuta dalla forza del gruppo e dalla fiducia reciproca.

Anche in questo caso possiamo parlare di #ValoreCondiviso.

 

 

rossella sobrero

15marzo 2018

COMMENTI

Eventi