/media/post/7ffegr3/man-791049_640.jpg
Ferpi > News > Media e intrattenimento tornano a crescere grazie al digitale

Media e intrattenimento tornano a crescere grazie al digitale

08/10/2015

Valentina Citati

Il mercato italiano dei media e dell’intrattenimento torna a crescere ed è sempre più digitale. A dirlo, un recente studio di Pwc, come racconta Valentina Citati.

Secondo il recente studio di Pwc il mercato italiano dei media e dell’intrattenimento (E&M) dopo anni di contrazione è finalmente tornato a crescere nel 2014 e le previsioni da qui al 2019 sono alquanto rosee. Per l’Italia si prevede, infatti, un aumento della spesa totale del mercato E&M fino a 34,8 miliardi di Euro nel 2019, collocando il nostro Paese come il secondo a più rapida crescita dell’Europa occidentale, appena dopo la Svezia.

Ancora più interessante, in questa analisi, è il notevole aumento del peso del digitale (accesso a Internet e pubblicità sul web) sul totale degli investimenti che risulta il settore trainante della crescita complessiva, passando dal 25% del 2010 al 42% del 2019.

Nella società iperconnessa attuale ciò si traduce, d’altro canto, nella contrazione di altri segmenti: i ricavi provenienti da periodici, musica, quotidiani e radio, sono previsti in riduzione fino al 2019. Quindi se i media tradizionali rimangono ancora prevalenti, almeno fino al 2021, vengono però tutti interessati da diverse forme di digital disruption. Nel caso della pubblicità tv il cambiamento principale sarà connesso con l’uso dei big data per trasmettere messaggi sempre più mirati grazie all’uso di sofisticate piattaforme di CRM.

Analizzando nello specifico i diversi canali si rileva come per l’accesso a Internet e l’advertising online il mobile continui a dominare con una penetrazione stimata per il 2019 all’87,4%. (fonte) Perciò una strategia di web marketing e in particolare di content marketing non può più ignorare una versione mobile ma, anzi, deve farne il cardine della strategia complessiva. Anche per l’advertising, in un contesto di perdita di appeal della pubblicità tradizionale e di diffusione di tecnologie e software per bloccare le pubblicità online intrusive, saranno i nuovi formati del mobile e soprattutto del video advertising che potranno guidare la crescita degli investimenti e dei ricavi.

Internet adv

Da questi dati si comprende come la chiave per sfruttare i vantaggi della digitalizzazione del mercato mediale italiano sia lavorare sull’implementazione e l’incremento delle infrastrutture adeguate (leggi banda larga) per recuperare il ritardo del nostro Paese consentendo agli utenti di connettersi alla rete e fruire dei contenuti dovunque e in qualunque momento. I contenuti, infatti, sono e saranno sempre più l’anima della pubblicità e di ogni forma di comunicazione che per avere successo dovrà essere sempre più, storytelling, native e video.

 

 

COMMENTI

Eventi