Ferpi > News > Gli ostacoli alla Csr

Gli ostacoli alla Csr

06/07/2004

Obiettivi troppo ristretti e mancanza di armonizzazione tra le azioni delle aziende e quelle dei governi locali e nazionali sono i limiti principali.

Uno studio condotto dalla prestigiosa azienda di consulenza SustainAbility ha rivelato che la corporate responsibility incontra serie difficoltà. Nonostante lo slancio verso la Csr molte aziende continuano a lavorare per mantenere lo status quo. I principali ostacoli alla realizzazione di adeguate politiche di Csr sono da ricercare - secondo lo studio - nella focalizzazione di obiettivi troppo ristretti e nella mancanza di armonizzazione tra le azioni delle aziende e quelle dei governi locali e nazionali. E laddove aziende e governi sono connessi tra loro le azioni di lobby vanno nella direzione oppposta a quella sperate da chi fa delle Csr il proprio obiettivo. L'industria automobilistica ad esempio fa pressioni per ridimensionare gli effetti dell'inquinamento sul cambiamento climatico, quella alimentare per allentare la morsa dei controlli sulla pericolosità di alcuni suoi prodotti. Per evitare che la corporate social responsibility sia semplicemente uno slogan dietro cui nascondere politiche aziendali che vanno nel senso diametralmente opposto, SustainAbility raccomanda: di aumentare la trasparenza e dimostrare i progressi raggiunti nelle Csr integrando la corporate responsibility nei vari core business; di stringere alleanze con la società civile e coi governi locali o nazionali per riuscire a raggiungere politiche di Csr che rispondano alle esigenze della società e dell'ambiente; sostenere politiche che assicurino forma di globalizzazione più responsabili.
Gabriele De Palma - Totem

COMMENTI

Eventi