/media/post/tr98pb5/24.04-Chair-msg3.jpg
Ferpi > News > Gregory: quando locale e globale si scontrano

Gregory: quando locale e globale si scontrano

08/05/2015

Anne Gregory

“In un mondo sempre più contraddittorio, la domanda di professionisti qualificati che possono contribuire a portare comprensione e unire comunità e Paesi non è mai stata così grande”. Lo sostiene Anne Gregory, Presidente di Global Alliance, commentando il terremoto in Nepal, a pochi mesi dall’apertura della World Public Relations Conference on Emerging Economies di Nairobi.


Sto scrivendo nel momento in cui la terribile realtà realtà del terremoto in Nepal diventa chiara ed alla vigilia della mia partenza partire per l’Australasia per lavorare con i colleghi, professionisti ed accademici accademico (PRIA, PRINZ, RMIT).

Mi ha colpito il fatto che probabilmente so di più io su ciò che sta accadendo in Nepal di molti nepalesi, non solo a causa della devastazione ma perché io sono una di quei fortunati che vivono in paesi in cui l’accesso alla tecnologia è un fatto della vita quotidiana . In Nepal, come in molti luoghi del mondo, ancora non lo è.

Sono stato anche molto colpita dai funerali in corso in Nepal e le immagini, pur essendo profondamente commoventi, sembrano al tempo stesso invadente. Ci sono momenti in cui il desiderio insaziabile di informazione sostituisce la necessità di dare alla gente spazi per la riflessione personale ed il dolore.

Le operazioni di soccorso per salvare le persone in Nepal sono una corsa contro il tempo e ci vorranno molti giorni. Molti moriranno. Il viaggio verso l’Australia mi porterà via poco più di un giorno.

È questo mondo di contraddizioni che mi impressiona sempre di più. Per ogni tendenza c’è una controtendenza. Più ricchezza, più povertà; migliore assistenza sanitaria, minore accesso alle cure sanitarie; maggiore accesso alle informazioni, meno privacy. È certamente un mondo complesso.

Tuttavia, in questo vedo anche un ruolo crescente per le Relazioni pubbliche e la comunicazione. Possiamo non solo fornire accesso a e trasferire informazioni, ma sempre abbiamo bisogno di interpretarle ed aiutare gli altri a comprendere cosa stia succedendo. Il nostro ruolo è un ruolo attivo che unisce le persone e le aiuta a dare un senso delle cose. Si tratta di una professionalità in grado di andare ben oltre il nostro lavoro di tutti i giorni per le organizzazioni per cui lavoriamo. Sempre più spesso vedo un ruolo per noi, collegato ai grandi problemi che influenzano il nostro mondo e a lavorare sulle loro implicazioni, non solo per le nostre organizzazioni, ma per le comunità e la società in generale.

Per questo motivo la World Public Relations Conference on Emerging Economies a Nairobi, in Kenya ha scelto come tema le discussioni intorno a temi dell’Agenda del World Economic Forum per il 2015. In programma dal 15 al 18 novembre di quest’anno, la Conferenza collegherà con fermezza le Relazioni pubbliche alle questioni che contano nel nostro mondo. Facendo questo possiamo anche dimostrare che abbiamo un contributo importante da dare come professione.

Nel momento in cui il mondo sta diventando sempre più contraddittorio, compresso e complesso, la domanda di professionisti qualificati di relazioni pubbliche che possono contribuire a portare comprensione e unire insieme comunità e dei paesi non è mai stata così grande.

Fonte: Global Alliance

COMMENTI

Eventi