/media/post/7gtha3p/Big-data-slider_GEBI-796x512.jpg
Ferpi > News > Il valore dei Big Data: interpretare i dati per comunicare meglio

Il valore dei Big Data: interpretare i dati per comunicare meglio

27/10/2017

Il 28 novembre a Milano, presso l’università IULM, Ferpi propone una giornata di formazione dal titolo "Il ruolo dei Big Data per la comunicazione". La curatrice del corso, Stefania Romenti, insieme a illustri manager ed esperti, approfondirà le tecniche e i criteri d’efficacia per l’impiego dei Big Data e la costruzione di infografiche a supporto della comunicazione.

Gli enormi sviluppi compiuti dall’ICT, anche in termini di capacità elaborativa, ha permesso alle aziende di accedere in maniera più semplice ai big data, ottimizzando i processi produttivi ed estendendo i margini operativi.

Sugli impatti che i “grandi dati” stanno avendo e avranno nei processi di marketing e di comunicazione si concentrerà il corso organizzato da Ferpi in collaborazione con l’Università IULM dal titolo: "Il ruolo dei Big Data per la comunicazione", in programma il 28 novembre a Milano. Il Corso, a cura e con Stefania Romenti, Ricercatrice e Docente di Relazioni Pubbliche e Comunicazione di Impresa presso l’Università IULM Milano e socio Ferpi, avrà come obiettivo quello di individuare le best practice che valorizzano l’impiego dei big data a supporto della comunicazione e le soluzioni per visualizzare le informazioni che derivano dall’incrocio dei fenomeni misurati, al fine di cogliere in maniera immediata e intuitiva le connotazioni e le correlazioni tra i dati.

La comunicazione si può e si deve misurare, perché le sue operazioni non rientrano più in una dimensione astratta ma sono indispensabili per il raggiungimento degli obiettivi di business.

Avere a che fare con una enorme quantità di dati non solo quantitativi, ma anche di impronta qualitativa, determina un cambiamento dei paradigmi di produzione delle informazioni in azienda, beneficiando gli ambiti del marketing e della comunicazione. Le strategie di promozione dei prodotti e servizi abbandonano la logica casuale per individuare soluzioni specifiche: intersecando l’ambito informatico, l’ambito statistico e l’ambito economico aziendale, i grandi dati – se ben interpretati – riescono a fornire una comprensione precisa e dettagliata del comportamento del mercato e ad anticipare le azioni strategiche future.

Nel lavoro sui big data, inoltre, il contributo umano risulta fondamentale: in primo luogo per le operazioni di razionalizzazione e di pulizia delle informazioni a disposizione, ma soprattutto per l’acquisizione di approcci interrelazionali e diversificati, indispensabili per far emergere le connessioni intrinseche tra i dati e permettere una loro visualizzazione fruibile, affinché non restino invisibili.

Il corso è aperto a tutti, soci e non soci.

Dà diritto al riconoscimento di 100 crediti ai soci Ferpi ai fini della qualificazione necessaria all’aggiornamento professionale interno.

Per esigenze di natura organizzativa e logistica, il corso si svolgerà solo al raggiungimento di un numero minimo di iscritti. Per ulteriori informazioni e iscrizioni: casp@ferpi.it

 




 


Sede del corso:

Università IULM
Via Carlo Bo, 1
Milano

COMMENTI

Eventi