Ferpi > News > La convergenza di Rp e marketing secondo David Meerman Scott

La convergenza di Rp e marketing secondo David Meerman Scott

10/05/2013

Il futuro della comunicazione si svilupperà secondo due dimensioni: sui contenuti e le relazioni e sulla convergenza tra marketing e Rp. La sfida? La capacità di immedesimarsi nei propri pubblici, di rispondere in tempo reale o di sfruttare il _newsjacking._ Sono alcune delle idee di _David Meerman Scott,_ noto esperto di marketing e Rp americano, per la prima volta in Italia.

“You are what you publish”. Parola di David Meerman Scott, tra i più autorevoli marketer americani e punto di riferimento internazionale per chiunque si occupi di marketing, Relazioni pubbliche e social media. Autore di numerosi libri tra cui The New Rules of Marketing and PR, che prende il titolo dalla sua teorizzazione sulla “terza via” che unisce il marketing e le Rp, come ha sostenuto durante la Masterclass che ha tenuto lo scorso 9 maggio a Milano, la prima in Italia, organizzata da Biagio Carrano, con il patrocinio di Ferpi.
Sei ore intense e coinvolgenti in cui David, illustrando numerosi casi di successo (e di insuccesso) ha cercato di trasmettere al pubblico dell’Auditorium de Il Sole 24 Ore le regole della nuova comunicazione dell’era dei social media, quella che vede per la prima volta nella storia convergere marketing e relazioni pubbliche nell’ambiente digitale. Regole universali, valide sia per le multinazionali che per i singoli professionisti, a prescindere dal settore un cui si operi.
“Il web e i social media hanno cambiato tutto. Agire – e cercare di vendere, indifferentemente prodotti o servizi – come se nulla fosse cambiato è una strategia fallimentare. Per avere successo è necessario identificarsi con quelle che David chiama buyer persons, e avere il coraggio di rischiare”.
“Quanti avrebbero il coraggio di comunicare l’apertura del parco a tema dedicato ad Harry Potter all’interno dell’Universal Orlando Resort a sole 7 persone e sperare che la notizia faccia il giro del mondo, senza investire un centesimo in pubblicità?” Cindy Gordon, cita come esempio David Meerman Scott, temeraria responsabile comunicazione dell’Universal Orlando Resort appunto, che diede in anteprima ai principali blog dei fan del maghetto – sette – l’anteprima della notizia. In sole 24 ore i contatti generati erano 350.000.000.
Meerman Scott è un punto di riferimento per chiunque si occupi di marketing, media sociali e Public Relations nell’era digitale: già vicepresidente per il marketing di due società statunitensi quotate in borsa e direttore marketing per l’Asia della casa editrice Knight Ridder, è autore di otto libri di cui tre best seller internazionali, tra i quali The New Rules of Marketing and PR che ha venduto finora oltre 250.000 copie.
La partita, secondo David si gioca tutta su due aspetti della comunicazione: i contenuti e le relazioni che li veicolano. I social network non stanno rivoluzionando solamente le modalità di comunicazione tra le persone ma anche il modo in cui le aziende si relazionano con i propri clienti o più in generale con i propri mercati di riferimento.
“A mio avviso siamo ancora a metà cammino della rivoluzione di internet iniziata circa 15 anni fa. La novità più importante è che il web è ormai diventato lo strumento principale attraverso cui le persone risolvono i loro problemi. Se uno deve comprare una macchina, fare un viaggio o iscrivere il proprio figlio ad una scuola la prima cosa che fa è cercare informazioni in Rete. Per le aziende è fondamentale capire questo cambiamento che sta stravolgendo il modo di fare business e che andrà avanti ancora per altri 10-15 anni”.
Il libro di David Meerman Scott, The New Rules of Marketing and PR, ha aperto una nuova prospettiva al marketing e alle relazioni pubbliche attraverso il web. Prossimo alla quarta edizione, tradotto in 26 lingue, dal bulgaro al vietnamita, e tra i bestseller di BusinessWeek, è diventato un classico dei libri di marketing contemporanei. Il suo blog (www.webinknow.com) e decine di conferenze all’anno in giro per il mondo offrono a David uno sguardo unico su come imprese e organizzazioni si stanno innovando per raggiungere direttamente i clienti.
Coraggio e lungimiranza, ma anche visione strategica e capacità di identificazione. Oltre che tempismo e capacità di cogliere il newsjacking, ossia la capacità di sfruttare una notizia di risonanza globale utilizzandola come traino per far parlare di sé. E’ il caso di un’assicurazione australiana che ha utilizzato la visita di Barack Obama nel paese per omaggiare il presidente e tutta la sua famiglia di una polizza che coprisse gli attacchi di coccodrilli.
Anche se non tutto è semplice come sembra. Nell’era del web, fondamentale è fornire risposte in real time. Utilizzando i social network, per esempio, per interagire con i propri interlocutori. Ma utilizzandoli intelligentemente, creando contenuti ad hoc, curati e sempre ritagliati “su misura”. Per questa ragione, David punta tutto sui giornalisti, gli unici che sanno creare contenuti, raccontare una storia e rispettare la tempestività della comunicazione.

COMMENTI

Eventi