Ferpi > News > Le e-mail fanno bene alla salute?

Le e-mail fanno bene alla salute?

08/03/2005

Negli Usa sempre più spesso i medici comunicano con i pazienti via Internet. E le loro consulenze sono riconosciute e pagate. In nome dell'efficienza.

Non è certo da ieri che i professionisti della salute utilizzano la posta elettronica, o in generale le nuove tecnologie, per comunicare con i propri pazienti. La vera notizia riportata dal New York Times sta però nel riconoscimento ufficiale di questo tipo di servizio, tanto da essere stato istituzionalizzato.Le consulenze via mail sono state sdoganate ed equiparate (o quasi) a quelle tradizionali, a cominciare dal prezzo.Ormai i medici sono pagati per i loro interventi online dalle assicurazioni sanitarie (e dagli stessi clienti). Nel tentativo di migliorare l'efficienza e limitare i costi, i gruppi e i programmi sanitari statunitensi (da Blue Cross e Blue Shield fino a Kaiser Permanent e Anthem, per citare i più noti) stanno dunque scommettendo sulla Rete.Ovviamente la consulenza online è particolarmente indicata per alcune patologie o nel caso di lunghe convalescenze.La vera risorsa del nostro tempo è il tempo e le diagnosi virtuali diventano in questo modo ben accette un po' da tutti: medici, pazienti, aziende.Resta da capire come si possano fare diagnosi accurate dalla propria scrivania, senza nemmeno vedere il paziente.
Emanuela Di Pasqua-Totem

COMMENTI

Eventi