/media/post/bg5d9bp/dante.jpg
Ferpi > News > L’italiano, una lingua per comunicare

L’italiano, una lingua per comunicare

27/04/2019

Redazione

Conoscere la lingua italiana è essenziale per comunicare in modo efficace: gli strumenti essenziali saranno proposti durante il corso Ferpi sul tema, in programma il 13 maggio a Roma.

Il 13 maggio a Roma, presso il Lab di Agi Factory in Via del Commercio 1B, si terrà il Corso di Formazione “Una lingua per comunicare: dubbi da risolvere e luoghi comuni da sfatare per comunicare in un italiano efficace”, organizzato da Ferpi e a cura di Giuseppe Patota, Linguista, Professore Ordinario di Linguistica Italiana presso l’Università degli Studi di Siena, Accademico della Crusca, socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia, membro della giuria del “Premio Strega” e del Gruppo di lavoro consultivo per la promozione della cultura e della lingua italiana nel mondo istituito presso il MAECI.

Giuseppe Patota è consulente linguistico di Rai Scuola per la didattica dell’italiano e dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana per la realizzazione di programmi e strumenti didattici finalizzati all’insegnamento dell’italiano a stranieri; ha al suo attivo oltre cento pubblicazioni, alcune delle quali tradotte e pubblicate in Francia e in Giappone.

I temi di cui si è occupato maggiormente sono la lingua letteraria italiana trecentesca, cinquecentesca e sette-ottocentesca, la sintassi storica dell’italiano, la storia della lessicografia e della grammaticografia italiana; ha recentemente pubblicato con Laterza “La grande bellezza dell’italiano. Dante, Petrarca, Boccaccio”, i tre grandi scrittori del Trecento sono emblema dell’associazione tra l’italiano e la bellezza.

L’introduzione della Giornata sarà a cura di Simonetta Pattuglia, Presidente CASP di Ferpi, Docente di Marketing, Comunicazione e Media, Direttore Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

Giuseppe Patota svilupperà il tema “Una lingua per comunicare”; fornirà gli strumenti per l’uso corretto dell’italiano ai fini di una comunicazione efficace, risolvendo i dubbi e sfatando i luoghi comuni, e per affrontare le trasformazioni in atto dell’italiano contemporaneo soprattutto in ambiente digital e, in particolare, le sue divergenze rispetto al modello di lingua codificato dalle grammatiche e tramandato dall’insegnamento scolastico.

Giuseppe Patota, infatti, afferma che “nell’italiano contemporaneo,anzi – negli italiani contemporanei – si registrano molti elementi di novità, trasformazione e divergenza rispetto alla tipologia morfologica e sintattica della lingua standard così come ancora viene descritta nelle grammatiche; è proprio su questi punti critici che si concentrano le maggiori incertezze di chi parla e di chi scrive”.

Grande rilevanza verrà data alle differenze tra le numerose variabili che influiscono sulla comunicazione parlata e scritta e i tratti di frizione fra norma e uso nell’italiano attuale, per condurre a una maggiore sicurezza sulle tematiche della nostra lingua e, di conseguenza, a una comunicazione efficace.

Il contesto di riferimento è quello della trasformazione in senso digitale della nostra epoca e dell’uso “comunicativo” della lingua italiana.

Nel pomeriggio, i partecipanti potranno mettere in pratica le conoscenze apprese grazie a un’attività laboratoriale con lavori di gruppo su alcuni testi di comunicazione.

Sia nella lezione frontale sia nel laboratorio, inoltre, il relatore presenterà una serie di strumenti volti ad agevolare, nei più diversi contesti comunicativi, la produzione di testi parlati o scritti coerenti, coesi, chiari ed efficaci.

Destinatari del Seminario sono professionisti di comunicazione e relazioni pubbliche, consulenti, manager della comunicazione e delle relazioni pubbliche in organizzazioni profit e non-profit, del settore pubblico e privato e studenti laureandi nelle materie di interesse.




Iscrizioni:

  • Per i Soci Ferpi in Corso di qualificazione e nuovi iscritti: gratuito

  • Per i Soci Professionisti Ferpi già qualificati: 200 euro

  • Per i Frequentanti esterni non soci: 450 euro


Crediti per Soci Ferpi: 100

Per informazioni più dettagliate e iscrizioni: casp@ferpi.it

COMMENTI

Eventi