Ferpi > News > Uragano: l'amministrazione Bush risponde alle accuse

Uragano: l'amministrazione Bush risponde alle accuse

12/09/2005

Emergenza Katrina: come la Casa Bianca ha deciso di gestire la crisi di immagine nel dopo uragano (non ultima la gaffe di Barbara Bush su "i poveracci").

Richard B. Myers, Donald H. Rumsfeld, Condoleezza Rice, George Bush: le facce di questi signori compariranno spesso nei telegiornali dei prossimi giorni. Le loro visite alle vittime di Katrina infatti rientrano nei nuovi piani dell'amministrazione americana per rispondere alle accuse di mala gestione e alle varie gaffe (Barbara Bush, madre dell'attuale presidente, nei giorni scorsi ha definito le vittime del disastro dei poveracci), riabilitando l'immagine dell'America alle prese con il dopo urgenza.
E' stata aperta un'inchiesta, sono stati stanziati 10,5 miliardi di dollari ed è stata riparata una delle due brecce nelle dighe che proteggono New Orleans. Ma l'immagine dell'amministrazione esce molto sbiadita dal disastro "hurricane", ragion per cui la Casa Bianca è corsa ai ripari orchestrando una vera e propria campagna di rp.
Visite di solidarietà e numerosi interventi in pubblico tutti improntati allo stile che da sempre caratterizza Karl Rove, a capo della campagna di comunicazione in questione: non si parla del passato, ma del presente. E, ancor più, dei buoni propositi. Altro imperativo della strategia Rove è non rispondere alle accuse dei democratici. In questo servizio di CTV News tutte le accuse al signor Presidente e le singole iniziative delle cariche chiave.  
 Emanuela Di Pasqua - Totem

COMMENTI

Eventi